Basket: al lavoro il settore giovanile della Cestistica Bernalda

settore-giovanile

Contemporaneamente alla prima squadra, il Settore Giovanile della Cestistica Bernalda ha iniziato l’attività con sedute prettamente atletiche, tra il PalaCampagna e la pista di atletica.

Lunedì 26 agosto i ragazzi si sono radunati con lo staff tecnico, capitanato da Giuseppe Delia.

Diversi sono i coaches che hanno confermato la loro disponibilità ed il loro impegno per la causa giovanile, ma anche alcune gradite new entry.

Giuseppe Risimini è da sempre l’allenatore dei giovani cestisti bernaldesi, con i quali ha raggiunto diversi importanti risultati a livello regionale.

Molto preparato dal punto di vista tecnico, abile a muoversi tra il Tribunale di Matera, per lavoro, ed il PalaCampagna, per passione ed amore verso i giovani e questo sport.

Giuseppe Busco svolge da alcuni anni il ruolo di factotum all’interno del settore giovanile.

Diverse esperienze, anche fuori regione, come coach, a Bernalda trova anche il tempo di svolgere alcune mansioni extra-tecniche.

Passiamo alle “sorprese”, due ragazzoni che portano nuova linfa vitale al movimento cestistico giovanile, Donato Dimonte e Lino Durante.

Donato Dimonte, laureato in Scienze Motorie, professore di educazione fisica e personal trainer con diversi importanti attestati di partecipazione a corsi nazionali di Riabilitazione e Posturologia, ha deciso di abbandonare, momentaneamente, il basket professionistico e di mettere a disposizione la propria esperienza e preparazione, con l’unico scopo di dare un contributo sociale-educativo ai giovani cestisti.

Lino Durante, è in assoluto il beniamino storico della tifoseria rosso-blu.

Giocatore di talento raro a Bernalda, è uno dei principali artefici in campo della Cestistica che vince sui parquet lucani e pugliesi, ed entra di diritto nel basket nazionale che conta.

Dopo una vita passata con la palla a spicchi in mano, decide di lasciare l’attività agonistica e di passare dall’altra parte dello spogliatoio.

Diventa, per tutto quello che è stato ed è tuttora per il basket bernaldese, “coach ad honorem” del settore giovanile.

Saprà sicuramente affrontare dubbi e problemi dovuti alla “prima” da tecnico, grazie al suo carisma e alla sua leadership.

Questi dunque i componenti dello staff tecnico, che formeranno un team, forse non completamente professionistico, ma sicuramente professionale, al servizio dei baby cestisti rosso-blu, con l’auspicio che anche altri possano presto ripercorrere le loro orme e dedicarsi ai giovani cestisti, anche se questo significa, spesso, sottrarre tempo alla propria famiglia ed alle cose più care.

Post correlati

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*