Al Palaercole di Policoro è di scena la nazionale italiana di futsal

nazionale calcio a 5

Grande festa dello sport mercoledì sera al Palaercole di Policoro.

Palazzetto metapontino tutto esaurito per applaudire la nazionale italiana di calcio a 5, laureatasi campione d’Europa nel 2014, che in amichevole ha affrontato la Repubblica Ceca.

Due ore di pura emozione per una prima assoluta: fino a mercoledì gli azzurri del futsal non avevano mai giocato in Basilicata.

E l’esordio in terra lucana non poteva essere dei migliori; i ragazzi di mister Menichelli si sono imposti per due a zero, riscattando la sconfitta della sera prima patita al PalaBrillia di Corigliano Calabro.

L’avvio azzurro è quello di una squadra che ha voglia di rivalsa con tante occasioni e brividi per gli oltre 2500 spettatori del Palaercole.

Il tifo jonico viene premiato e al 9′ arriva la prima segnatura italiana: Miarelli dal fondo serve Calderolli che stoppa di petto e di piatto infila in rete facendo passare il pallone sotto le gambe del portiere.

[tubepress video=xLBSp13AOSY =embeddedWidth=”456″ embeddedHeight=”290″ showRelated=”false” title=”false”]

Passano quattro minuti e arriva anche il raddoppio: lo segna Romano, per l’occasione con la fascia da capitano, che sfrutta l’angolo di Murilo e insacca all’angolino.

La reazione della Repubblica Ceca è blanda e così gli azzurri possono gestire al meglio il vantaggio.

Nella ripresa il ritmo cala, complice anche la stanchezza per il doppio impegno in 24 ore: gli ospiti non riescono a imbastire una manovra in grado di mettere in difficoltà l’Italia, che dal canto suo non aumenta il ritmo, controlla il risultato e, quando può, cerca di chiudere la partita.

A pochi minuti dalla fine il team ceco gioca la carta del portiere di movimento ma l’Italia si difende benissimo non rischiando mai di subire neanche il gol che riaprirebbe la partita.

La sirena finale sancisce la vittoria di una squadra che in campo ha convinto e ha saputo emozionare i tantissimi del Palaercole.

A fine gara i commenti di mister Menichelli, di capitan Romano e del dirigente federale Nino Crapulli.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*