Scanzano Jonico e il Metapontino piangono Don Rocco D’Uva

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca, In Primo Piano

don rocco

Scanzano Jonico perde il suo parroco storico.

E’ venuto a mancare venerdì sera, 3 giugno, Don Rocco D’Uva, sacerdote e parroco per più di quarant’anni nella parrocchia Santissima Annunziata della comunità ionica.

Don Rocco, nato il 19 marzo 1930 a San Giorgio Lucano, ordinato sacerdote il 12 agosto 1956 da monsignor Pasquale Quaremba e arrivato a Scanzano nel 1959 come successore di don Michele Giordano (futuro cardinale di Napoli), è stato un protagonista nella vita religiosa, sociale e civile nonché scolastica della nascente realtà scanzanese. Ha contribuito fortemente alla creazione di uno spirito comunitario in una realtà complessa e variegata come quella ionica, formatasi a seguito delle leggi di riforma fondiaria degli anni Cinquanta con l’arrivo di famiglie provenienti da tutta la Basilicata e non solo.

Sempre disponibile e dai modi affabili, era molto conosciuto e apprezzato non solo a Scanzano ma in tutto il Metapontino, soprattutto a Policoro dove, per alcuni anni, aveva animato le celebrazioni nella cappella del Castello.

La camera ardente è stata allestina presso la Cappella del Palazzo Baronale, prima chiesa parrocchiale di Scanzano, dove sabato sera alle 20:30, ci sarà la veglia di preghiera “per accompagnare – si legge sulla pagina Facebook della parrocchia Santissima Annunziata – il nostro caro don Rocco verso l’incontro con il Signore”.
I funerali si terranno domenica 5 giugno: il corteo funebre si muoverà dalla Cappella del Palazzo Baronale alle ore 15:30 verso la chiesa Santissima Annunziata dove alle ore 16:00 sarà celebrata la Santa Messa presieduta dall’arcivescovo della diocesi di Matera-Irsina monsignor  Antonio Giuseppe Caiazzo.

Commenti

Questo articolo è stato letto 2024volte!

Tags: , , , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto