Rotondella zona rossa, per i ristoratori provvedimento ingiusto


Il Presidente Bardi ha prorogato fino al 6 Giugno prossimo, la zona rossa per il comune di Rotondella ed ovviamente questa decisione, non è stata accolta favorevolmente dalle attività commerciali che da Dpcm devono effettuare chiusura. Tra queste le attività dei ristoratori che in un comunicato congiunto chiedono che il il Sindaco Palazzo si faccia portavoce della esigenza di revoca immediata della zona rossa per il comune, jonico “perché – si legge nella nota – dal protrarsi di questo stato di cose ne consegue una enorme perdita di reddito da parte delle citate aziende. Tale perdita di incassi sta ulteriormente aggravando una situazione economica già resa precaria da molti mesi di chiusura pubblico imposta dalle misure anti Covid adottate dal Governo Nazionale e dagli enti locali.
Chiediamo inoltre che tale revoca venga operata prima di domani, sabato 29 maggio, al
fine di poterci permettere di lavorare già nel weekend prossimo venturo.” I ristoratori nella nota chiedono inoltre che vengano loro assegnati dei fondi a sostegno delle aziende in virtù della totale
mancanza di introiti che deriva dalla impossibilità di aprire al pubblico.
“Si ritiene opportuno – conclude la nota congiunta – ribadire che in ragione dell’avvenuta circoscrizione dei casi di positività al Covid a ben definiti nuclei famigliari, del mancato sopraggiungere di nuovi casi esterni
a tali nuclei e del senso di responsabilità dimostrato dall’intera comunità, si considera ingiusta e
inutile la reiterata permanenza in zona rossa.”

Post correlati