Policoro: Una catena umana per dire No alle trivellazioni sullo Jonio

Una catena umana lunga sei chilometri ha abbracciato domenica mattina la spiaggia di Policoro.
Uno solo il messaggio lanciato dai tantissimi partecipanti: no al progetto di avviare, nel mar Jonio, un piano di estrazione petrolifera.
L’iniziativa, organizzata dall’associazione “No Scorie Trisaia”, ha visto l’adesione della Ola, Organizzazione Lucana Ambientalista, e di molte altre associazioni impegnate nella lotta a tutela del territorio metapontino.
E la catena umana, colorata e vivace, composta da tantissimi bambini, è stata il primo importante segno della gente per protestare contro l’intesa Governo – Regione sulle trivellazioni petrolifere in Basilicata.
Un segno a cui seguiranno altre iniziative, sempre tra la gente.
A spiegarci l’importanza di questa manifestazione, Antonio Bavusi della Ola e Felice Santarcangelo di “No Scorie Trisaia”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*