Policoro: senza bilancio il sindaco va in Romania

“Il Bilancio non è stato ancora approvato ma tempo e denaro per andare in viaggio in Romania ci sono”.
E’ il duro attacco di Ottavio Frammartino, leader locale di Rifondazione Comunista, sull’operato del sindaco della Citta di Policoro, Nicola Lopatriello, partito alla volta della cittá rumena gemellata con Banesti nelle ultime ore insieme ai due consiglieri Mimmo Simone (Dc) e Antonio Satriano, quest’ultimo ex Pdl e successivamente approdato nelle fila dell’Udc, dopo non aver condiviso la scelta del partito di Berlusconi di passare all’opposizione a seguito della defenestrazione degli assessori azzurri Leone, Colucci e Bianco. 
“Cambia la maggioranza ma non cambiano i vizi dell’amministrazione- attacca Frammartino – riteniamo vergognoso l’ennesimo viaggio a Banesti del sindaco e dei due consiglieri mentre a tutt’oggi non c’è accenno di una minima discussione del bilancio con i relativi pesanti tagli che si annunciano ai servizi, mentre languono le entrate soprattutto per la crisi economica che ha fermato l’edilizia ed i relativi introiti”. Va giù duro, Frammartino, che sostiene questa maggioranza “arrabattata” e povera di contenuti, soprattutto alla luce di una programmazione inesistente”.
Intanto, sul fronte politico nuovi scenari si aprono. 
A seguito del passaggio in minoranza di due consiglieri del Pdl, Lauria e Porsia, un altro consigliere della maggioranza sembra non essere più in sintonia con l’amministrazione Lopatriello: si tratta di Vigorito (Udc), assente all’ultima riunione di maggioranza. 
Sulle singole “rivendicazioni”, infine, si registra la richiesta di Callá (ex Pdl oggi Fli) di diventare presidente del consiglio al posto di Ripoli. 
Decisione rinviata a settembre. 
Tale richiesta, sollevata dallo stesso a settembre scorso e rispedita al mittente, provocó la fuoriuscita di Callà dal Pdl.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*