Policoro: Riunione con il Prefetto per la questione aule

Confermata la proposta dell’Amministrazione Comunale di Policoro che aveva individuato presso la scuola di corso Pandosia di 5 aule didattiche in più per soddisfare le altrettante esigenze emergenti dai lavori in corso presso l’Istituto Comprensivo I “Lorenzo Milani”. È quanto condiviso a margine della riunione che si è tenuta ieri, venerdì 3 settembre a Policoro, alla presenza di Sua Eccellenza il Prefetto, Rinaldo Argentieri, del Sindaco della Città di Policoro, Enrico Mascia, dei tecnici ing. Pasquale Francesco Costante dell’Ufficio Scolastico Regionale e ing. Vincenzo Benvenuto dell’Ufficio Tecnico Comunale, del Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione dell’I.C. 1 Arch. Gioia, dell’Ispettrice dell’U.S.R. Basilicata, d.ssa Rosaria Cancellieri, dell’Assessore alle Pubblica Istgruzione, d.ssa Rosa Dragonetti, e della dirigente scolastica dell’IC1, Agnese Schettini, finalizzata a conoscere da vicino le problematiche sollevate da quest’ultima in merito alla riallocazione, in vista dell’apertura del nuovo anno scolastico, di alcune aule didattiche a causa della cantierizzazione degli interventi strutturali previsti di messa in sicurezza del plesso scolastico di via Puglia. Rispetto alle esigenze evidenziate dalla dirigente scolastica, già note all’Amministrazione nella fase di programmazione e avvio dei lavori, le varie soluzioni già da tempo individuate e valutate dall’Amministrazione, illustrate a Sua Eccellenza il Prefetto ed agli organi dell’Ufficio Scolastico Regionale nel corso della visita ispettiva al plesso scolastico di c.so Pandosia, sono fondate sull’utilizzo di ambienti già presenti negli involucri edilizi degli edifici scolastici la cui destinazione d’uso è ben definita; è evidente che ogni suddivisione di ambienti fra più istituti richiede interventi prioritari di modesta entità che richiedono pochi giorni di lavoro e comunque non pregiudizievoli per il regolare  impiego delle aule all’apertura dell’anno scolastico. Inoltre, nel corso della visita ispettiva, è stato evidenziato che l’utilizzo degli ambienti scolastici esistenti con la ottimizzazione proposta consente la delocalizzazione delle aule necessarie per far fronte ai fabbisogni formativi. La verifica effettuata ieri dai massimi esponenti di controllo ha confermato la validità delle proposte dell’Amministrazione, confermando l’irrisoria necessità di lavori da eseguire a scopo migliorativo. All’incontro hanno preso parte anche i rappresentanti dei genitori degli alunni frequentanti l’IC1, membri del Consiglio d’Istituto.“Proficuo l’incontro tenutosi con Sua Eccellenza il Prefetto – dichiara il sindaco, Enrico Mascia  – che ha voluto visionare personalmente lo stato in cui versano parte degli edifici scolastici della nostra città e i cantieri attivi a seguito dei finanziamenti ricevuti”. “Il valido supporto dei tecnici presenti – prosegue il primo cittadino – è stato utile per individuare le soluzioni più idonee e celeri a soddisfare le esigenze sollevate dalla Dirigente, ricordando al contempo che se i lavori per l’adeguamento sismico in corso presso le aule della sede centrale di via Puglia provocano qualche fisiologico disagio, lo stesso è giustificato dall’obiettivo che si prefigge l’importante finanziamento, ossia rendere più sicuri i luoghi dedicati ai nostri ragazzi”.  “Mi preme tuttavia evidenziare – sottolinea Mascia – che l’impegno politico  nei confronti di una comunità si esercita all’insegna della onestà intellettuale divulgando notizie veritiere, controllando scrupolosamente le fonti ed evitando inutili allarmismi, soprattutto quando si tratta di scuole e in un momento storico in cui vi è tanta apprensione nelle famiglie. Quello della narrazione della verità è un obbligo morale a cui tutti, a vario titolo, dobbiamo rivolgerci, al netto di posizioni politiche e dispute campanilistiche che, purtroppo, a volte, ben poco si addicono alle regole civili e al rispetto dei singoli ruoli nelle istituzioni. Smentisco quindi nel modo più risoluto quanto circola in queste ore sui social a proposito della presunta indisponibilità di spazi scolastici perché assolutamente falso! Auspico vivamente invece – conclude il sindaco – che l’Anno Scolastico 2021-2022 abbia inizio nel modo più sereno possibile, con la riabilitata didattica in presenza, nel rispetto delle norme AntiCovid, e inseguendo l’unica stella polare che deve guidarci tutti: l’Educazione dei nostri piccoli concittadini”.

Post correlati