Pisticci: Si contano i danni

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Dopo i tre giorni di fuoco che hanno mandato in fumo centinaia e centinaia di ettari di bosco e macchia mediterranea, Pisticci e i pisticcesi, si trovano ora a fare i conti con i danni subiti a causa del grave incendio. 
Non esiste, secondo l’amministrazione comunale della città, ancora una stima degli ingenti danni provocati dal fuoco alle zone boschive, alle aziende agricole, a privati cittadini. 
Un quadro più puntuale lo si avrà solo nei prossimi giorni e per esaminare la situazione e vedere se esistono i presupposti per chiedere il riconoscimento, alla Regione Basilicata, dello stato di emergenza e di calamità naturale, si è riunita martedì la Giunta Municipale. 
Un evento che ha davvero segnato profondamente i pisticcesi che hanno visto il loro territorio morire bruscamente a causa di quelle fiamme che hanno raso al suolo tutta lopera di rimboschimento realizzata circa cinquantanni fa. 
Danni che avrebbero potuto assumere dimensioni ancora più catastrofiche senza lopera tempestiva di tutti coloro che hanno lavorato ininterrottamente per domare le fiamme che dalla Basentana si sono propagate, in un vasto fronte che ha interessato gran parte del territorio pisticcese intorno allabitato, prima la zona della Galleria San Rocco, poi la zona del Casale, San Leonardo, Caporotondo fino al fiume Cavone sullatro versante. 
Sono intervenuti il Corpo Forestale, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile Regionale, volontari della Protezione Civile, i Carabinieri, la Polizia di Stato, la Polizia Municipale, il servizio antincendi della Provincia, il Consorzio di Bonifica, i dipendenti del Comune, diverse autorità. 
Lunità di crisi coordinata dallingegner Lisanti dei Vigili del Fuoco si è insediata presso la sede dei carabinieri di Pisticci.
tutti quanti si sono spesi in questa gravissima emergenza  va il ringraziamento dellintera Amministrazione Comunale.
Commenti

Questo articolo è stato letto 429volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto