Pisticci: Il Comitato protesta, salta il dibattito Pd sul turismo

Altro che dibattito sul turismo: la rabbia e le proteste dei cittadini di Pisticci hanno letteralmente impedito agli esponenti del Partito Democratico, convenuti nella città basentana per uno dei tanti convegni pre-elettorali camuffati con un tema a caso, di prendere la parola, deviando di fatto la serata sul tema dell’ospedale di Tinchi.

La contestazione, abbondantemente annunciata dal Comitato di Difesa dell’Ospedale, ha avuto inizio sin dall’arrivo degli invitati al convegno, moderato dall’ex sindaco di Pisticci ed attuale segretario provinciale del Pd, Pasquale Bellitti.
Di sicuro, però, il capogruppo democratico in Regione Luca Braia, l’assessore Marcello Pittella ed i consiglieri Vincenzo Santochirico e Giuseppe D’Alessandro, presenti a Pisticci per parlare di turismo, non si aspettavano un’impennata come quella che ha avuto la contestazione ad un certo punto. Assente il senatore Filippo Bubbico (è un caso?), l’inizio del convegno è slittato di una buona mezzora durante la quale il Comitato ha inscenato una prima protesta al ritmo di campanacci e fischietti, apostrofando gli esponenti politici a volte come traditori, altre come ladri, invitandoli ad andare via da Pisticci.
Quando Bellitti ha dato il via alla serata, i circa 30 tra poliziotti e carabinieri (l’imponente servizio d’ordine fa capire quanto alta fosse la tensione) hanno praticamente interdetto ai manifestanti l’accesso alla sala.
L’arrivo del sindaco di Pisticci Vito Di Trani, però, ha capovolto tutto: il primo cittadino ha chiesto al dirigente del Commissariato, Giuseppe Persano, di fare entrare liberamente in sala i manifestanti, sulla base del principio che vuole che in democrazia chiunque possa esprimere il proprio parere.
Così, dopo un discorso accorato che ha di fatto deviato il tema della serata da quello del turismo a quello sul futuro dell’ospedale, nel corso del quale Di Trani ha cercato di far comprendere agli esponenti del Pd come la gente di Pisticci sia stanca di continue promesse e sicuri scippi, si è passati agli interventi del pubblico che non è stato affatto tenero nei confronti degli esponenti del Pd presenti.
Alla fine, dopo varie contestazioni, la tensione è andata scemando e Braia e compagni, su proposta di uno degli intervenuti e del sindaco, si sono impegnati a ritornare a Pisticci tra due settimane per dare conto delle decisioni della Regione sul futuro del nosocomio pisticcese, con particolare riferimento all’accordo sottoscritto nel 2010, all’ordine del giorno approvato in consiglio qualche mese fa ed al paventato trasferimento a Policoro del laboratorio di analisi.  
E il Comitato annuncia nuove iniziative: in una nota si comunica la convocazione, per mercoledì alle ore 19, delle associazioni del territorio per una assemblea al Centro TILT di Via 4 Caselli a Marconia, per definire e preparare nuove “iniziative di lotta”.
Il Comitato – prosegue il comunicato – esprime grande soddisfazione per la riuscita della manifestazione di lunedì.
Alla fine della serata piazza Umberto I era gremita di gente.
I Consiglieri Regionali del PD alla fine della serata se ne sono andati sommersi dai fischi.
Hanno dovuto rinunciare al loro convegno per parlare dell’ospedale.
Si sono impegnati a tornare a Pisticci con “la soluzione”, hanno dichiarato.
Li aspetteremo con una partecipazione ancora maggiore: devono presentarsi con la revoca della delibera che chiude il Laboratorio di Analisi e il Piano che avevano già firmato quasi due anni fa.
Non ci sono altre strade”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*