Oltre settecento le domande a Policoro per ottenere i nuovi buoni spesa Covid 19

comune policoro

Oltre 700 i cittadini che hanno presentato istanza al Comune di Policoro per ottenere i nuovi buoni spesa Covid-19.

A renderlo noto il sindaco, Enrico Mascia e l’Assessore alle Politiche Sociali, Maria Teresa Prestera.

A seguito di ulteriori disposizioni normative di Misure urgenti di solidarietà alimentare, che hanno assegnato all’Ente una somma pari a circa €.148.000,00, nei giorni scorsi è stato pubblicato un avviso finalizzato ad ottenere il nuovo beneficio. Tra le priorità stabilite dall’Amministrazione Comunale, l’aiuto alle famiglie più esposte agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19, in via prioritaria quelle non assegnatarie di sostegno pubblico, come Reddito di Cittadinanza o cassa integrazione. Nel frattempo, nelle scorse settimane, erano stati inviati gli ultimi buoni spesa assegnati con le vecchie procedure e nei giorni scorsi sono stati erogati ulteriori fondi comunali alla Caritas per le situazioni emergenziali.

“Abbiamo voluto dare maggiore attenzione a quella fetta di popolazione particolarmente fragile e vulnerabile – dichiarano Mascia e Prestera – soprattutto con l’imminente arrivo delle festività natalizie: l’arrivo al protocollo di oltre 700 istanze ci restituisce, come prima analisi, un quadro socio-economico della città difficile e particolarmente bisognoso di considerazione.

Gli uffici stanno lavorando alacremente per soddisfare le esigenze dei più disagiati che sicuramente riceveranno il buono elettronico entro la fine dell’anno.

Un ringraziamento dell’Amministrazione va agli uffici, a partire dal Protocollo per arrivare al Sociale e ad altri dipendenti individuati dall’Ente per venire incontro alle esigenze della città e che, a vario titolo, si stanno adoperando per accelerare il più possibile i tempi per accettare le istanze pervenute in autocertificazione dai cittadini. Ed un ringraziamento va anche ai CAF e alla Caritas, che hanno aiutato molti cittadini a presentare le domande”.

L’Amministrazione rende noto, inoltre, che con i provvedimenti precedenti sono state aiutate quasi 600 famiglie in difficoltà e che gli acquisti sono stati fatti negli esercizi commerciali della Città principalmente di prodotti alimentari ma anche di igiene per la persona e per la casa che hanno aderito all’iniziativa. In vista dei prossimi acquisti, i supermercati che non vi hanno aderito, possono sempre farlo presentando al Comune apposita manifestazione di interesse scaricabile dal sito istituzionale.

Post correlati