Movimento astensionista italiano: “Dato Basilicata è storico”

cittadini-attivi-456x254

“Il dato finale dell’affluenza alle urne, per le elezioni regionali di Basilicata del 17 e 18 novembre, ha segnato il dato “record”, per questa regione, del 47,57%.
Una roba mai vista prima da queste parti.
E’ quanto afferma il portavoce della Commissione di Vigilanza per la democrazia partecipativa, movimento astensionista politico italiano, Antonio Forcillo.

”Fino a qualche tempo fà addirittura “impensabile”, per una delle realtà italiane più tristi e povere,  leader in clientelismo  e sudditanza atroce subìta dalle popolazioni.
Qui, lo sfruttamento  delle enormi ricchezze territoriali possedute avviene senza alcuno scrupolo  o remora, ed è  esercitato  da decenni, in maniera criminale  e  perfettamente pianificata, da una classe politica predona,  saccheggiatrice e spietata come non mai.
Il dato finale della mancata affluenza, corrispondente quindi al 52,43%, al quale si andranno ovviamente ad aggiungere le numerose schede bianche, nulle e non attribuibili che copiose stanno emergendo fin  dalle prime fasi dello spoglio,  è già di per sé una vera e propria “rivoluzione democratica”, e rappresenta, finalmente, – conclude –  l’atto di ribellione e di riscatto di una popolazione martire e succube delle bande  politiche che da decenni  la soggiogano.
A questa nuova  “maggioranza  assoluta” di popolo pacifico e democratico, stanco di subire e soffrire, va tutto il plauso e l’apprezzamento da parte del movimento astensionista politico italiano CVDP che, proprio in Basilicata,  si è costituito esattamente 6 anni fa.”

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*