Nuove richieste di verifica ricerca idrocarburi nel Metapontino

documentoContinuano le richieste delle multinazionali per le attivazioni  delle procedure  di verifica di assoggettabilità alla VIA per I’istanza di permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi.
L’ultima arriva dalla Delta Energy Ltd di  Brighton nel  Regno Unito, che ha depositato presso la Regione Basilicata, Ufficio Compatibilità Ambientale del Dipartimento Ambiente e Territorio la documentazione ai sensi degli articoli  23 del D.Lgs. 152106 e 13 della L.R.47198 relativa alla richiesta di attivazione della procedura di verifica di assoggettabilità alla VIA per I’istanza di permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi convenzionalmente denominato “La Capriola”. L’area  oggetto dell’istanza di permesso di ricerca ricade nel territori di Bernalda, Montalbano Jonico, Montescaglioso, Pisticci e Pomarico; un’area che secondo la Delta “presenta le caratteristiche per poter essere di notevole interesse geo-minerario, pertanto viene proposta un’indagine geofisica che, attraverso l’interpretazione di dati registrati in superficie relativi alle differenti proprietà fisiche delle rocce, permetta di ottenere un’immagine del sottosuolo e di verificare l’eventuale presenza di idrocarburi. Se I’interpretazione dei dati- continua – la Delta –  confermasse la presenza e I’economicità delle situazioni di interesse minerario, sarà prevista la perforazione di un sondaggio esplorativo della profondità di circa 2.300 m, da sottoporre a preventiva valutazione di impatto ambientale.”

“Della documentazione relativa all’ istanza di procedura di verifica di assoggettabilità alla Via – si legge nel documento –   si potrà prendere visione presso la Regione Basilicata, Dipartimento Ambiente, Territorio, Politiche della Sostenibilità – Ufficio Compatibilità Ambientale, nonché presso i  Comuni interessati.”

La Delta inoltre comunica che “il pubblico interessato può far pervenire osservazioni, istanze, pareri entro 45 giorni dalla pubblicazione del presente avviso, inviando formale comunicazione al Dipartimento Ambiente, Territorio, Politiche della Sostenibilità della  Regione Basilicata”.

 

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*