“Lunghe file davanti all’ufficio postale di Montalbano Jonico”

posta montalbano

“La città di Montalbano Jonico è stata duramente colpita dalla seconda ondata di Covid-19. Ad oggi registriamo più di 130 casi di positività alla maledetta infezione da Sars-Cov 2. I cittadini montalbanesi stanno facendo grandi sacrifici per contenere il contagio”.

Inizia così il comunicato di Gabriele Propati, della Lega Basilicata.

“Si sono chiuse le scuole prima che lo facesse la Regione Basilicata con un’ordinanza del Governatore Vito Bardi – scrive Propati – Quotidianamente si fanno sforzi enormi per evitare qualsiasi forma di assembramento però, davanti l’ufficio postale di Montalbano Jonico, ormai da tempo, si registrano continue forme di assembramento. A pagarne le conseguenze sono soprattutto gli anziani costretti, in condizioni climatiche non favorevoli, a stare in piedi per diverse ore prima di usufruire dei vari servizi. Non si capisce come mai l’ufficio di Montalbano non si attrezzi per il ripristino dell’apertura pomeridiana che eviterebbe la calca e permetterebbe a molti lavoratori, impegnati al mattino, di poter usufruire dei servizi postali.

Costringere i nostri cittadini e soprattutto gli anziani a stare in piedi ed al freddo per diverse ore in un momento così delicato è umanamente inaccettabile. Scriveremo una lettera di protesta alla direzione postale di Montalbano e solleciteremo le forze politiche rappresentate in consiglio comunale a fare lo stesso”.

Post correlati