Legambiente Policoro aderisce alla campagna “Puliamo il mondo 2013”

GIUGNO4LEGAMBIENTE

Il circolo Legambiente di Policoro ha aderito alla campagna nazionale di “Puliamo il Mondo 2013” nei seguenti modi:

a Policoro, per la sezione “Reporter”, che consiste nel scattare foto che evidenziano zone sporche della città, quindi, invitiamo i cittadini a volerci inviare scatti fotografici via email (legambientepolicoro@hotmail.it), entro il 26 settembre 2013.

Il giorno precedente alle date nazionali dell’iniziativa, 27/28/29 settembre 2013.

Noi ci impegneremo ad inviarle successivamente al Comune per sensibilizzarlo alla pulizia del luogo.

A Rotondella, in collaborazione con l’assessorato all’ambiente, daremo una mano nell’organizzazione della giornata di pulizia nel centro urbano, prevista per il 27 settembre 2013.

“Già l’anno scorso – si legge in una nota – come circolo di Policoro, pubblicammo una serie di foto sul nostro blog e sui giornali, foto che riprendevano alcuni luoghi sporchi della città.

Dopo la denuncia del degrado, i luoghi vennero ripuliti.

Purtroppo, dopo un paio di settimane la situazione tornò come prima.

Sono anni che ripetiamo che l’educazione e il rispetto per il proprio ambiente ci nobilita come cittadini.

Certamente,dall’amministrazione comunale di Policoro pretendiamo un ambiente sano e pulito, pretendiamo il controllo dei luoghi più a rischio abbandono rifiuti, pretendiamo una raccolta differenziata ben distribuita, pretendiamo un tornaconto economico per chi si impegna come cittadino a far bene la raccolta differenziata, ma, noi, come cittadini dobbiamo impegnarci ad assumere comportamenti corretti e virtuosi verso il territorio in cui viviamo, perché, come sempre ribadiamo, la bellezza ci salverà.

Infatti, quest’anno, Puliamo il Mondo accende i riflettori non solo sulla questione di una gestione sostenibile dei rifiuti, ma anche sulla bellezza del nostro straordinario patrimonio paesaggistico.

Oltre ad essere parte determinante della nostra identità, la bellezza è anche parte della sfida per il nostro futuro.

Per far ripartire l’economia, pertanto, l’Italia non può che scommettere su bellezza appunto, ma anche su qualità, paesaggio, cultura, coesione sociale, legame con i territori.

Ognuno di noi, nel suo piccolo, può diventare il protagonista della bellezza della propria città e il custode di un territorio meraviglioso, troppo spesso sfregiato dall’incuria, dall’abbandono.

Diventiamo protagonisti della bellezza  dei luoghi per combattere il degrado”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*