Grande successo per la sesta edizione del Premio Rabatana

 In una piazza Maria SS di Anglona gremita, si è svolto domenica 7 Agosto l’atteso e prestigioso Premio Rabatana, riconoscimento attribuito a varie personalità lucane e locali, che si sono contraddistinte con il loro lavoro nel corso di questi anni.
Il Premio, giunto alla sua sesta edizione, è rivolto a coloro che si sono distinti per le loro qualità professionali e per la particolare sensibilità nelle azioni rivolte a valorizzare la Città di Tursi. È un plauso a coloro che si sono prodigati per la Rabatana affinchè diventasse un centro attrattivo per la sua storia, le tradizioni e ciò che ancora cela per la meraviglia che esprime.
Nell’edizione 2022, i riflettori si sono accesi sulla promozione internazionale dei territori grazie alla presenza di una delegazione polacca per la presentazione, avvenuta sabato 6, del progetto Maria di Anglona della fashion designer Natasha Pavluchenko.
La serata è stata ricca e ben assortita ed ha visto la presenza di numerosi ospiti di spicco del panorama politico, culturale e religioso della nostra regione.
A condurre la serata in maniera impeccabile i giornalisti Annamaria Sodano e Antonello Lombardi con gli intermezzi musicali di Giuseppe Baldari e del soprano Katia Russo.In apertura è stato consegnato un riconoscimento al neuroscienziato di fama mondiale Pasquale D’Acunzo per gli importanti traguardi conseguiti nel campo della ricerca medico-scientifica.Le premiazioni, hanno preso il via con il prof. Michelangelo Tagliaferri, fondatore dell’Accademia di Comunicazione e Marketing di Milano.A seguire sono saliti sul palco il magistrato Mirella Delia, il cibosofo Federico Valicenti, l’ingegner Salvatore Gulfo, il pittoscultore Salvatore Sebaste, la manager della Banca d’Italia Concetta Rondinelli, e il servitore dello stato Salvatore Tufaro.Degno di menzione anche l’encomio solenne al Caporale Maggiore Antonio Salerno per l’espletamento del proprio lavoro in difesa della pubblica sicurezzaDurante la serata si sono tenute anche le consegne di premi speciali come il Premio Francesco Gallicchio alla poetessa Rosa Gialdino, il Premio Fausto Taverniti al giornalista Filippo D’Agostino, il premio alla memoria Antonio Rondinelli alla famiglia e il premio Faustino Somma all’imprenditore Francesco D’Alema e alla vedova del compianto imprenditore lucano Annamaria Ruggieri.Proprio in occasione della consegna del riconoscimento è stato intrattenuto un talk sul tema dello sviluppo e delle opportunità del nostro territorio con i figli Ernesto e Michele e il prof. Tagliaferri che ha messo in risalto ancora di più l’elevata caratura umana e professionale di Somma, degnamente equiparato per lungimiranza e professionalità ad Adriano Olivetti.
La serata si è conclusa con i saluti del Sindaco che ha rimarcato la bellezza e l’importanza del borgo della Rabatana nel panorama regionale e nazionale ringraziando il Prefetto di Matera Sante Copponi per la presenza alle due serate di venerdì e sabato, con la presentazione del progetto Maria di Anglona che del Premio Rabatana, del Governatore della Basilicata Vito Bardi, invitandoli a contribuire a dare la giusta attenzione ad un borgo che merita di essere valorizzato in maniera complessiva per attestarsi definitivamente tra le eccellenze lucane ed italiane di cui vantarsi in giro per il mondo. La potente e calda voce di Katia Russo accompagnata negli arrangiamenti musicali dal marito Roberto, hanno concluso poco dopo la mezzanotte la serata.
Anche quest’anno una sfida vinta quella dell’organizzazione del Premio Rabatana che si conferma appuntamento di spicco degli eventi estivi del Metapontino e dell’intera Regione Basilicata.

Post correlati