“Saper comunicare la qualità per migliorare gli stili di vita”

carmela-suriano-Ott2014

“La giornata mondiale dell’alimentazione per gli operatori del food rappresenta un momento importante”, ha spiegato Carmela Suriano. “In Occidente si è bombardati da alimenti di ogni genere, quindi al consumatore è importante saper proporre e comunicare la qualità vera fra le tante offerte apparentemente allettanti da cui è ‘distratto’”.

“La fragola top quality Candonga ha saputo ritagliarsi uno spazio importante perché sintesi dei metodi avanzati di produzione integrata, il cui sviluppo avviene anche grazie al ricorso a sistemi naturali di impollinazione, si pensi ai bombi (insetti impollinatori, ndr)”.

“I foodies al ‘cibo di massa’, causa di sovrappeso e possibili patologie connesse, preferiscono quello di pregiato valore nutritivo, privo di residui come quello italiano e capace di instaurare legami emotivi con i territori in cui è prodotto, nel caso della fragola Candonga il Metapontino.

La top quality, dalle indiscusse qualità organolettiche, coltivata nel rispetto dell’ambiente, rappresenta quei valori che segnano il limite fra l’offerta alimentare indistinta e il food  evocativo dell’italian life style”.

E, ancora: “In altre parti del mondo riscontriamo problemi che attengono alla scarsità di risorse alimentari dovuta alla mancanza di materie prime o delle conoscenze necessarie per fare agricoltura.

Il contributo che può venire dal mondo sviluppato è quello di fornire il know how necessario e dare slancio alle opere infrastrutturali che potrebbero supportare lo sviluppo dell’agricoltura che resta, in tutto il mondo, il settore più importante. L’idea di puntare sullo sviluppo delle imprese familiari per contrastare l’avanzata della povertà è valida ma sicuramente non sufficiente”.

Infine, Suriano ha spiegato: “In Italia si è assistito alla nascita di numerose piccole aziende agricole virtuose ma con difficoltà a competere con i grandi players esteri. Affinché l’agricoltura accresca la sua forza economica e assicuri risorse per tutti auspico politiche agricole che vadano nella direzione dell’aggregazione, dell’innovazione, del rispetto dell’ambiente e dell’osservanza dei principi etici”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*