“Eccellenza, tecnologia e prossimità per la struttura ospedale di Tinchi: si può e si deve”

 “ Per rilanciare la sanità locale e l’ospedale di Tinchi, sul nostro territorio, come rivendicato sabato scorso nella manifestazione popolare di Matera per l’intera provincia, l’impegno civico di associazioni, in particolare del Comitato per l’ospedale di Tinchi, e di tutti i cittadini va saldato a quello politico. Oggi più che mai è indispensabile tale coesione perché nell’attuazione di programmi e progetti contenuti nel PNRR è possibile trovare soprattutto risorse finanziarie e risposte efficaci alla domanda di salute accresciuta sui nostri territori e tra le nostre comunità a seguito dell’emergenza Covid 19. E’ quanto si legge in una nota del Pd di Pisticci.

“La missione 6 “Salute” del Piano si articola in particolare in due componenti – Reti di prossimità, strutture intermedie e telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale – che sono proprio le rivendicazioni che da sempre porta avanti il Comitato e ritenute prioritarie dalla manifestazione di Matera. Gli interventi  in programma  intendono infatti rafforzare le prestazioni erogate sul territorio grazie al potenziamento e alla creazione di strutture e presidi territoriali, come le Case della Comunità e gli Ospedali di Comunità, il rafforzamento dell’assistenza domiciliare, lo sviluppo della telemedicina e una più efficace integrazione con tutti i servizi socio-sanitari. Si punta inoltre su innovazione, ricerca e digitalizzazione del servizio sanitario nazionale: le misure incluse in questa componente consentiranno il rinnovamento e l’ammodernamento delle strutture tecnologiche e digitali esistenti, il completamento e la diffusione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), una migliore capacità di erogazione e monitoraggio dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) attraverso più efficaci sistemi informativi. “

“In questa strategia nazionale del tutto innovativa, – continua la nota- è possibile rilanciare la sanità anche a Pisticci e nel Metapontino, definendo con chiarezza compiti e funzioni dell’Ospedale di Tinchi che vanno ben oltre quelli di un semplice Ospedale di Comunità. I servizi da garantire per la presa in carico della persona richiedono un approccio di medicina di genere, dedicati alla tutela della donna, del bambino e dei nuclei familiari e servizi sociali e assistenziali rivolti prioritariamente alle persone anziani e fragili.Occorre – si legge in conclusione – pertanto fare fronte comune e proporre una visione che parta dal basso e dalla comunità per evitare che l’inadeguatezza della politica regionale,  priva di prospettiva di insieme e programmazione, limitata al mero sviluppo del bacino elettorale di qualche assessore o consigliere regionale,  faccia, ancora una volta da sbarramento alle legittime aspettative di sviluppo di un territorio penalizzando nuovamente l’ospedale di Tinchi”

Post correlati