Coronavirus: “accesso controllato agli studi medici, più responsabilità da parte di tutti i cittadini”

filippo mele

Si inaspriscono le misure per il contenimento del coronavirus in Italia, con la creazione di una zona rossa che comprende tutta la Lombardia e quattordici province del centro nord, l’appello a tutti a limitare gli spostamenti e ad evitare i luoghi affollati.

Anche gli studi medici del Metapontino si attrezzano, limitando gli accessi ai pazienti, come ha spiegato ai nostri microfoni Filippo Mele, medico di medicina generale a Policoro e giornalista.

 

Post correlati

Ultime