Continua l’ondata di caldo sul Metapontino

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Non si placa l’ondata di caldo rovente che ha investito il Sud Italia. 
 Scipione, l’anticiclone subtropicale che ha le sue radici nell’Africa sahariana e che ha portato la prima delle tre fiammate roventi dell’estate 2012, ha lasciato le regioni settentrionali dove la colonnina di mercurio si porterà sui 28°C, ma imperversa ancora nel sud, dove sono attese le temperature più alte d’Europa.


Tuttavia, spiegano gli esperti, tra domenica e martedì Scipione lascerà anche il centro e poi il sud e giungeranno dei venti da nord tali da far calare di un paio di gradi le temperature e anche l’umidità, quindi riducendo notevolmente la sensazione di afa.


Una tregua che durerà poco perché da fine mese arriverà Caronte, il secondo, ancora più robusto, estesissimo e duraturo anticiclone sub-tropicale, che durerà per ben otto giorni consecutivi aria molto calda dall’entroterra libico e algerino verso tutta l’Italia, dal 29 giugno fino al 7 luglio. 
Si raggiungeranno infatti i 40°C al Sud, Sicilia e Sardegna, i 37 a Roma, Firenze e Bologna.
Intanto secondo la Cia-Confederazione Italiana Agricoltori l’ondata di caldo che ha investito l’Italia ha portato un aumento medio della vendita dei prodotti ortofrutticoli della domanda del 5 per cento, con picchi del 20 per cento nei due capoluoghi lucani.” 
E’ quanto evidenzia in una nota l’associazione consigliando ai consumatori di fare molta attenzione ai prodotti di provenienza extracomunitaria o comunque non certa che sono quelli a maggiore presenza di pesticidi specie per la frutta.
“D’altra parte -ricorda la Cia- frutta e verdura che nelle aziende lucane sono coltivate senza pesticidi, secondo il disciplinare tradizionale, non solo dissetano e rinfrescano, contenendo una notevole quantità d’acqua, ma reintegrano i sali minerali persi con l’eccessiva sudorazione e riforniscono di vitamine e di sostanze antiossidanti, nutrendo l’organismo e proteggendolo allo stesso tempo dai danni correlati all’esposizione al sole”.
Commenti

Questo articolo è stato letto 528volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto