Consuntivo di fine anno per la Questura di Matera

12391337_914627058613123_5004396148506938931_n

Nel corso del 2015 l’attività svolta dalla Polizia di Stato ha prodotto risultati soddisfacenti, tanto che Matera è considerata tra le città più sicure d’Italia.

Notevole è stato l’impegno profuso dalla Questura, durante l’anno, sotto il profilo della tutela dell’ordine pubblico per assicurare il pacifico e sereno svolgimento delle numerose manifestazioni di vario genere (politiche, sociali, sportive, religiose, culturali, di spettacolo, etc.), con la collaborazione fattiva delle altre Forze di Polizia: Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale, Polizia Penitenziaria nonché dei corpi di Polizia Locale e Provinciale. Tra gli eventi di particolare rilievo si ricordano le varie visite di rappresentanti di Governo, i festeggiamenti in onore di Maria Santissima della Bruna, la rappresentazione nei Sassi del “Presepe vivente” nonché le consultazioni elettorali amministrative.

A seguito della recente nomina di Matera a Capitale Europea della Cultura per l’anno 2019, si è registrato un incremento specialmente delle manifestazioni culturali che hanno attirato un numero sempre più elevato di turisti, richiedendo uno sforzo notevole per la Polizia di Stato e l’intero apparato della sicurezza. Tra queste, va annoverata l’importante diretta televisiva della Rai prevista a Matera nella notte del 31 dicembre prossimo.

Ulteriore significativo impegno per l’ordine pubblico è stato costituito dai numerosi incontri sportivi di calcio e di basket della locali compagini, con squadre talvolta connotate da una tifoseria vivace e rivale a quella materana.

Sono stati predisposti attenti e complessi servizi di ordine e sicurezza pubblica anche a causa del permanere dello stato di difficoltà dell’apparato produttivo e della conseguente crisi occupazionale. Agricoltori e maestranze in agitazione hanno inscenato in diverse occasioni manifestazioni di protesta, determinando momenti di delicata gestione sotto il profilo dell’ordine pubblico.

Numerose sono state poi le manifestazioni di protesta messe in atto dalle associazioni ambientaliste, particolarmente attive contro le trivellazioni petrolifere.

In tali circostanze, spesso la Polizia di Stato è stata chiamata a svolgere un ruolo di mediazione con le rappresentanze sindacali e con gli stessi lavoratori onde evitare che l’inasprirsi dei conflitti degenerasse in atti violenti.

Rinnovato impulso è stato conferito all’azione di prevenzione e di contrasto dei reati in genere, sia mediante un’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, sia attraverso accurate indagini, concluse con alcune operazioni di polizia giudiziaria.

L’attività di prevenzione e repressione è stata efficacemente svolta dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura e dei Commissariati distaccati di Pisticci e di Policoro, con l’intervento straordinario del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato.

Servizi di ordine pubblico e di vigilanza2.710

Arresti e denunce

Persone arrestate 97

Persone denunciate a piede libero 293

Controllo del territorio

Pattuglie impiegate 4.356

Veicoli controllati 9.170

Persone controllate 13.999

Infrazioni C.d.S. rilevate 684

Patenti ritirate 28

Carte circolazione ritirate 85

Punti patenti decurtati 1.215

Soccorsi prestati 512

Servizi straordinari di controllo del territorio 51

Sequestri sostanze stupefacenti

cocaina gr. 5.255

eroina gr. 32

cannabinoidi gr. 15.958

Polizia di prevenzione

Persone sottoposte alla sorveglianza spec. 1

Persone sottoposte ad avvisi orali 52

Persone sottoposte a rimpatri con F.V.O. 89

DASPO 21

Ammonimenti per stalking 6

Provvedimenti ai sensi dell’art.75 bis DPR 309/90 11

Controlli a persone sottoposte a misure cautelari, alternative e di prevenzione (detenzione domiciliare, affidamento in prova ai Servizi Sociali, arresti domiciliari, sorvegliati speciali, libertà vigilata)

7.174

Polizia Scientifica

Interventi per sopralluoghi tecnici 68

Persone fotosegnalate 675

Estrapolazione dati da sistemi videosorveglianza 430

Polizia amministrativa

Sanzioni amministrative 6

Persone denunciate all’A.G. 8

Controlli amministrativi (su agenzie di affari, esercizi pubblici, attività commerciali, circoli ricreativi, guide turistiche abusive, etc.)

47

Ufficio Immigrazione

Permessi di soggiorno rilasciati/rinnovati 2.674

Richiedenti asilo politico 260

Stranieri espulsi 35

Accompagnamenti CIE 7

Rimpatriati 4

Ufficio Passaporti

Passaporti rilasciati/rinnovati 2.110

Ufficio Armi

Porto di fucile rilasciati/rinnovati 1.114

Ufficio Licenze

Dinieghi e revoche licenze porti di fucile 43

Rilascio licenze raccolta scommesse 20

Rilascio licenze commercio oggetti preziosi 5

Rilascio licenza vendita armi 1

Vendita/noleggio video 6

POLIZIA STRADALE

Pattuglie impiegate 1.358

Veicoli controllati 9.779

Persone controllate 9.958

Infrazioni al C.d.S. rilevate 4.399

Patenti ritirate 191

Carte di circolazione ritirate 108

Punti patente decurtati 6.292

Soccorsi prestati 101

POLIZIA FERROVIARIA METAPONTO

Servizi scorta ai treni 248

Vigilanza in stazione – pattuglie 352

Persone arrestate 1

Persone denunce a piede libero 4

Persone segnalate al Prefetto 12

POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI

Persone denunciate 60

Denunce ricevute per adescamento di minori, fishing, estorsione, truffa, molestie online, sostituzione di persona, diffamazione, etc.

170

Si rammentano alcune operazioni di polizia giudiziaria della Squadra Mobile:

15 Febbraio

Operazione antidroga nel Capoluogo. In prossimità delle feste di carnevale vengono arrestati 4 giovani per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Sequestrati, gr.27 di eroina, gr.10 di cocaina e gr.250 di hashish.

14 Aprile

Altra operazione antidroga a Matera. Finiscono in manette 3 extracomunitari, di cui uno minorenne, colti a spacciare hashish e marijuana nel Capoluogo.

29 Aprile

Arrestato Palmieri Francesco, “underboss” della famiglia mafiosa Gambino a seguito di un’indagine internazionale in cui risulta coinvolto per associazione a delinquere ed estorsione ai danni di un imprenditore materano. Personaggio di spicco di “Cosa Nostra” americana, è stato estradato dagli USA grazie alle indagini condotte in collaborazione al Servizio Centrale Operativo (S.C.O.), sotto la direzione della Procura Distrettuale Antimafia di Potenza.

8 Luglio

Arrestati i responsabili di tre rapine a mano armata, perpetrate tra aprile e giugno ai danni di due istituti di credito, a Matera e a Marconia, e di un ufficio postale nel Capoluogo. L’attività investigativa è stata svolta congiuntamente dalla Squadra Mobile e dal Commissariato di P.S. di Pisticci.

14 Dicembre

Operazione “Ghost Runner”. Ventitré persone vengono sottoposte a perquisizione in quanto indagate con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa in danno di ente pubblico e frode sportiva concernenti alcune gare di atletica leggera.

Altre operazioni di polizia giudiziaria svolte dalla Polizia di Stato in provincia:

5 Giugno

Intervento degli operatori della volante della Polizia di Stato a Marconia di Pisticci, che sorprendono e arrestano nella notte quattro individui intenti a rubare un’auto. Sull’auto dei ladri, tutti pregiudicati residenti in provincia di Bari, viene trovato e sequestrato un vero e proprio arsenale per furto e scasso.

13 Luglio

Con un’operazione svolta congiuntamente dai Carabinieri di Metaponto e dal Commissariato di P.S. di Pisticci, viene tratto in arresto un diciassettenne di origini rumene, che si stava dando alla fuga insieme ad altri complici a bordo di due autovetture su cui erano stati caricati cavi di rame tranciati dai tralicci dell’energia elettrica. Recuperate due tonnellate di rame trafugato.

2 Settembre

Con l’Operazione “Carpe Diem”, il Commissariato di P.S. di Pisticci infligge un duro colpo all’attività di spaccio su Bernalda con il sequestro di kg.16 di Cannabis indica, per un valore stimato di circa 50-60 mila euro. Arrestati i due uomini responsabili di aver impiantato la coltivazione.

Tra le tante attività di soccorso pubblico operate vale la pena di ricordare il salvataggio di una bambina rimasta intrappolata da sola all’interno di un’abitazione di Marconia con i fornelli del gas accesi, operato il 17 febbraio da una poliziotta del Commissariato di P.S. di Pisticci.

E ancora: il salvataggio di un bambino di due anni che ha rischiato di affogare in una piscina, effettuato il 21 settembre da un poliziotto del Commissariato di Pisticci, in vacanza a Tropea, in Calabria.

Tra le iniziative della Polizia di Stato volte a promuovere uno spirito di costruttiva collaborazione con i cittadini ed altri enti, nonché a tradurre nei fatti il concetto di “Polizia di Prossimità” si ricordano:

Gennaio/Aprile 2015 Numerosi incontri di appartenenti alla Polizia di Stato con scolari e studenti delle scuole di ogni ordine e grado, sia del capoluogo che della provincia, sui vari temi di educazione alla legalità, in attuazione del “Progetto Legalità”.

Febbraio/Marzo Anche quest’anno Matera è stata tra le 35 province coinvolte nel progetto-concorso “Il Poliziotto un amico in più”, l’iniziativa di educazione alla legalità promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione e Unicef e rivolta agli studenti, dai bambini della scuola dell’infanzia ai ragazzi della scuola secondaria di secondo grado.

La prova a cui sono stati chiamati gli studenti ha avuto per tema “La corretta alimentazione ci fa crescere!” ed è stata preceduta da una serie di incontri tenuti direttamente nelle scuole da personale appositamente preparato della Polizia di Stato, che hanno riguardato una ventina di scuole del capoluogo e provincia per un totale di circa 1300 studenti.

Marzo Avviato un profilo Facebook istituzionale. In pochi mesi la pagina Facebook della Questura di Matera ha raggiunto il traguardo del profilo con il maggior numero di follower tra le Questure italiane dopo quella di Roma. Ad oggi si contano ben 12.700 follower abituali e milioni di visualizzazioni.

Aprile Per il secondo anno consecutivo a Matera il bus della Polizia Postale, attrezzato come una vera e propria aula didattica per spiegare ai giovani quali sono le principali insidie della Rete e fornire consigli per una navigazione sicura (Progetto “Una vita da social”).

L’iniziativa, promossa con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, ha voluto portare all’attenzione degli studenti, ma anche degli insegnanti e dei genitori, fenomeni quali il cyber bullismo e l’uso distorto della Rete e dei social network. Agli incontri, che si sono svolti il 14 aprile nel bus che ha stazionato in Piazza Vittorio Veneto, hanno aderito diverse scuole del capoluogo ed ha visto testimonial dell’iniziativa i giocatori e il tecnico della locale squadra di pallavolo Domar Matera.

Dicembre Incontro con i commercianti materani per affrontare insieme le problematiche legate alla sicurezza in vista delle festività natalizie ed in considerazione delle numerose iniziative culturali e di spettacolo che ogni giorno attirano in Matera un numero considerevole di turisti.

Foto: pagina Facebook Questura di Matera

Post correlati

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*