“Il Comune di Nova Siri da due mesi senza dirigente”, l’opposizione scrive al Prefetto

Scritto da Emmenews on . Postato in Politica

patto per nova siri

“Da circa due mesi il settore tecnico del Comune di Nova Siri è privo del suo dirigente. L’ingegner Dicandia (n.d.r. dipendente e dirigente del Comune di Irsina) che ha ricoperto tale carica dall’agosto 2016 sino al 26 maggio, ad oggi non è stato ancora riconfermato dall’amministrazione Stigliano alla guida del settore tecnico”.

Lo si legge in una nota del gruppo consiliare di minoranza “Patto per Nova Siri”.

“Come mai – prosegue il comunicato stampa – un importante e strategico settore amministrativo come quello “tecnico” è da due mesi privo del suo responsabile? A nome di quale dirigente ed in ragione di quale potere sostitutivo si stanno licenziando gli atti e i provvedimenti amministrativi nel Comune di Nova Siri?

Da una verifica sugli atti amministrativi, pubblicati sull’albo on-line dell’ente, risulta che in molti casi i provvedimenti licenziati, seppur firmati dal segretario comunale in ottemperanza al potere sostitutivo attribuitogli dalla legge, riportano come responsabile di settore ancora il “decaduto” dirigente esterno.

Oppure come nel caso di una procedura di gara i cui documenti sono stati firmati dal responsabile di un altro settore (quello finanziario) senza il necessario provvedimento sindacale di conferimento dei poteri sostitutivi. Poteva il dirigente del settore finanziario licenziare e sovraintendere ad una procedura di gara relativa ad altro settore?

O ancora, come in occasione della deliberazione consiliare relativa all’assestamento generale di bilancio (esercizio 2019/2021) dove i consiglieri di minoranza hanno segnalato come l’attestazione di un settore era priva di ogni riferimento all’organo che l’aveva emanata.

Per queste ragioni, proseguono i consiglieri, ci siamo determinati ad interessare della questione il Prefetto Demetrio Martino affinchè vengano avviati gli opportuni controlli sull’operato amministrativo della giunta Stigliano.

Siamo preoccupati, proseguono, che l’assenza del responsabile di settore, oltre che a non garantire la legittimità degli atti sotto un profilo prettamente tecnico-giuridico, possa creare disservizi e inefficienze alla collettività. Diverse sono le segnalazioni, anche di tecnici e professionisti, di pratiche inevase e giacenti presso gli uffici comunali.

Poi c’è la questione della scelta di ricorrere al dirigente esterno sulla quale l’opposizione incalza: riteniamo che il Sindaco Stigliano nella scelta del dirigente non possa ignorare che all’interno della pianta organica vi siano elevate professionalità capaci di ricoprire tale carica e che la volontà di ricorrere a personale esterno sia oltre che inopportuna anche illegittima, stando a quanto ha statuito con una recente sentenza la Corte dei Conti Basilicata (n. 21 del 20 maggio 2019) che ha condannato per danno erariale il Sindaco di un comune lucano e la sua giunta per aver utilizzato personale “esterno” alla guida di un settore comunale, pur in presenza di adeguate professionalità all’interno della pianta organica.

Che sia stata proprio la recente sentenza della magistratura contabile a scombussolare i piani e le “certezze” del sindaco Stigliano? Se così fosse il problema non riguarderebbe solo la futura riorganizzazione degli uffici comunali ma si aprirebbe uno squarcio su come è stata gestita la “questione personale” nella passata amministrazione”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 240volte!

Tags: , , , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto