Comitato terre Joniche: “Certezze per gli alluvionati”

maltempo 106

“A mille giorni di distanza dall’alluvione del primo marzo 2011 e ad oltre 45 giorni da quella del 7 ottobre e dai morti lucani e pugliesi, non abbiamo ancora un’ordinanza del presidente del Consiglio dei Ministri e le risorse che servono”: lo sostiene in un comunicato Gianni Fabbris, che parla a nome del Comitato per la Difesa delle TerreJoniche.
Nel riferirsi all’alluvione che ha da poco colpito la Sardegna, Fabbris sottolinea il fatto che il Consiglio dei Ministri “entro 24 ore ha dichiarato lo stato di emergenza, stanziato le prime risorse, annunciato un emendamento alla legge di stabilità per inserire i fondi necessari a intervenire nel disastro, e poi dichiarato il lutto nazionale”. Il componente del Comitato per la Difesa delle TerreJoniche, quindi, si chiede se “per la Puglia e per la Basilicata i morti e le alluvioni siano di serie B”. “Ogni evento calamitoso accaduto in Italia da quello del Veneto di tre anni fa in poi – sottolinea Fabbris – ha avuto un trattamento differente: in Puglia e Basilicata ci sono state parzialissime risposte; altrove (Elba, Sala Baganza) praticamente nessuna. Qualcuno ha evidentemente la fortuna di avere gruppi dirigenti e politici capaci di contrattare risposte. Per questo motivo è necessario avere normative chiare che diano certezze per tutti”.

 

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*