Caso Policoro: il Riesame conferma le misure cautelari

Confermati gli arresti domiciliari per il sindaco di Policoro, Nicolino Lopatriello, e per altre 10 persone indagate nell’ambito di un’inchiesta su presunte tangenti pagate per lavori di installazione di nuovi impianti per la pubblica illuminazione nel centro jonico. A stabilirlo, dopo due giorni di camera di consiglio, il Tribunale del Riesame di Potenza presieduto dal giudice Gerardina Romaniello, che ha invece disposto la remissione in libertà per Pier Maria Lista, avvocato, e Giovanni Francesco Lista, ingegnere. 
Soddisfatto l’avvocato Vinci, difensore dei due uomini, che, contatto telefonicamente, ha dichiarato che la remissione in libertà dei suoi assistiti dimostra quello che era sempre stato da lui affermato, ossia la completa l’estraneità ai fatti contestati.
Delusione anche da parte degli avvocati difensori del primo cittadino di Policoro, Nicola Lopatriello. Abbiamo intervistato telefonicamente l’avvocato del sindaco, Gianni Di Pierri.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*