Calcio a 5: la Domar Takler Matera superata dal Sammichele

Bonfin_azione Takler

La Domar Takler Matera non supera l’ostacolo Sammichele nell’esordio nel campionato di serie A2 di calcio a 5.

L’approccio alla gara non positivo dei materani e il grande entusiasmo del palazzetto dello sport pugliese permettono ai padroni di casa di incamerare i primi tre punti della stagione, lasciando la squadra del presidente Domenico Lorusso con tanto rammarico.

Una gara giocata ampiamente sul possesso palla, con entrambe le squadre pronte a palleggiare, ma con i padroni di casa che si trovano meglio e sfruttano soprattutto gli spazi lasciati dalla Domar Takler sulle errate ripartenze o in disimpegno.

Dall’altra parte la squadra di Andrisani (in tribuna per squalifica) non reagisce immediatamente e permette ai pugliesi di trovare quel doppio vantaggio che permette di gestire la gara in qualunque momento.

Rompe gli indugi capitan Zerbini, che dopo appena 1′ di gioco trova lo spazio ed il tempo per superare Taibi. La scossa in casa Matera non arriva, così i padroni di casa riescono a tenere il pallino del gioco, trovando il raddoppio al 6’30” con Grasso. Time out per la panchina della Domar Takler Matera, c’è bisogno di spronare la squadra. La reazione arriva al 10’59” quando una palla recuperata sulla propria tre quarti, viene trasformata in azione offensiva da Bavaresco, che vede il portiere di casa fuori dai pali. A sostituirlo trova Ferdinelli, che con una mano effettua una parata in tuffo. Rosso diretto per lui e rigore per il Matera. Dal dischetto si presenta lo stesso capitano della Domar Takler Matera, che fredda Pstrusinski e riapre la sfida. Ma, passano solamente 30” e l’entusiasmo e la voglia di cercare la rete del pareggio si trasforma in un errato disimpegno, con conseguente ripartenza e gol di Ruizinho per il 3-1 parziale. Al 16’06” una grande giocata di Bavaresco, lanciato direttamente da Taibi, viene fermata solamente dal palo e il risultato resta invariato sino al rientro negli spogliatoi.

Nella ripresa ancora una volta la partenza migliore è del Sammichele, che con Ruizinho e Zerbini sfiora in due occasioni la rete. La risposta materana è affidata a Bavaresco e Bonfin, ma in entrambi i casi è bravo Pstrusinski a respingere le folate della Domar Takler Matera. Guarino vede i suoi in difficoltà e decide di lanciare in campo il portiere di movimento, con Gonzalez che mette la casacca e si lancia negli spazi. La scelta è azzeccata, perchè in un minuto e mezzo il funambolico laterale brasiliano chiude la gara. Al 11’05” lanciato da Zerbini, arresta la sfera e fredda Taibi nell’uno contro uno. Al 12’30” si inventa persino un gran pallonetto per mettere in rete la palla del 5-1 parziale. La Domar Takler Matera può tenere per buona la reazione d’orgoglio del finale di gara. Pressing alto e voglia di riscatto, ciò che non dovrà mancare già dalla prossima gara. Intanto, contro il Sammichele, l’effetto sono state le due reti che hanno addolcito il passivo. Al 15’02” grande giocata di Gattarelli, che in solitaria recupera palla e va a piazzarla alle spalle di Pstrusinski. Mentre dopo le espulsioni di Maiullari e Detomaso, al 19’03” prima Massa si fa intuire il tiro libero dal portiere di casa, poi la piazza in rete sulla ribattuta.

Al triplice fischio c’è delusione tra i ragazzi di mister Andrisani, convinti di poter fare molto meglio di quanto hanno fatto vedere, soprattutto nella prima parte di gara, dove l’approccio poco cattivo e determinato ha condizionato il resto della gara.

Post correlati

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*