Calcio a 5: con l’Elmas la Libertas perde imbattibilità e Coppa Italia

libertas elmas

Costa cara la prima sconfitta stagionale alla Libertas Scanzano.

Al Palaercole di Policoro gli jonici vengono superati per 4 a 3 dalla compagine sarda dell’Elmas e devono dire addio alla Final Eight, che sfugge proprio nell’ultimo impegno del triangolare del raggruppamento 7.

[tubepress video=oAFu02IOqqg embeddedWidth=”456″ embeddedHeight=”290″ showRelated=”false” title=”false”]

La partita si mostra subito equilibrata con la Libertas che spinge sotto rete ma sbaglia troppo, sprecando diverse occasioni per portarsi in vantaggio.

Si va così negli spogliatoi sullo zero a zero, risultato che favorisce gli ospiti sardi in virtù della migliore differenza reti ottenuta nel primo incontro con il Molfetta.

Nel secondo tempo il ritmo cambia e si vede subito: la Libertas preme ma è l’Elmas a portarsi in vantaggio, al 2′, grazie a un calcio di punizione messo a segno da Pinheiro. Un minuto e Miri sulla destra serve Stigliano al centro che imbecca Cao sottoporta; il carioca non sbaglia e realizza il pareggio.

Pochi minuti dopo e Ze Renato ha l’occasionissima per raddoppiare ma l’estremo difensore Orani, in grande spolvero, intuisce tutto e spazza via.

Al 9′ sono ancora i sardi a segnare: contropiede di Pintauro, passaggio a Fischer sotto rete e Taibi superato.

Lo Scanzano non molla, nonostante sia necessaria una vittoria per passare il turno: il pareggio arriva al 17′ con Ze Renato che, di petto, raccoglie un suggerimento di Stigliano e porta il match sul due a due.

Ultimi minuti di gara e la Libertas tenta la carta del portiere in movimento ma, al 19′ Pinheiro ruba palla a Stigliano, lasciando a terra, e a porta vuota non sbaglia, nonostante le proteste dei rossoneri che chiedevano il fallo.

Pochi secondi dopo e il numero 8 sardo Mietto prende palla sotto la sua area e con un bolide trafigge la vuota porta rossonera.

Ormai la partita è compromessa ed è inutile il gol segnato dalla distanza da Stigliano a pochi secondi dalla fine, per il definito quattro a tre.

Al suono della sirena è l’Elmas a festeggiare il traguardo Final Eight che sembra invece stregata per gli jonici.

A fine gara i commenti di mister Bommino e del presidente Todaro.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*