Calcio a 5: “per la Libertas ci vuole tempo”

Tuoto

“Ho visto una Libertas con un cuore grande, tanta qualità e tanta voglia di fare punti”.

Questo il Tuoto “pensiero” dopo la partita di Catania.

Il trainer rossonero, alla prima assoluta sulla panchina della Libertas e in serie A2, continua affermando: “sono rimasto stupito dalla forza fisica, d’animo e dal carattere maturo di alcuni giovanissimi atleti, ma ho anche visto una certa inesperienza”.

Resta al momento il problema di una rosa esigua con poche alternative.

In tale ottica non possono bastare gli arrivi di Covelluzzi e Cofone, oltre al ritorno di Domenico Dipinto: “Devo ancora conoscere bene l’intero gruppo – dice Tuoto – c’è bisogno di abbassare notevolmente il minutaggio di gioco dei singoli atleti, quindi c’è la necessità di ampliare il numero dei giocatori e lavorare molto su quei concetti che con il tempo rendono il giocatore ricco di esperienza.

Anche l’innesto di un playmaker maturo può giovare notevolmente all’intero gruppo”.

Proprio sul tema rinforzi il tecnico calabrese traccia un preciso identikit del calcettista che sarebbe utile alla causa jonica premettendo: “tutti sappiamo che il nostro obiettivo è la salvezza; per centrarla è necessario che i ragazzi si ambientino prima possibile alla A2, ma importantissimo diventa l’acquisto di un giocatore di categoria che sia abile nelle due fasi di gioco e possa dettare i tempi.

Tutto questo per sfruttare al meglio le caratteristiche tecniche dei vari Bassani, Bavaresco e Dipinto”.

Intanto il campionato non attende i rossoneri e le giornate scorrono inesorabili.

Alla Libertas necessitano punti da qui fino alla fine del girone d’andata perchè ormai la zona “calda” della classifica è una realtà: “Da qui alla fine del girone d’andata ci aspettano delle partite difficilissime.

Siamo una squadra molto giovane e consapevoli che per conquistare dei risultati positivi ci vuole un po’ di tempo. Sono curioso di vedere la mia squadra nel girone di ritorno”.

Sabato prossimo al Palaercole sarà di scena la “corazzata” Latina, formazione ricca di talenti: “per quel che riguarda la partita di sabato, ci attende un compito arduo. Non sarà facile contrastare una corazzata costruita per il salto di categoria. Nello stesso tempo penso che, giocando in casa davanti al nostro pubblico, il Latina dovrà sudare e non poco per portare a casa la vittoria”.

Post correlati

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*