Calcio a 5: il Bernalda Futsal accede allo spareggio promozione

Bernalda Futsal Virtus Lauria Fischio d'inizio

Missione compiuta: il Bernalda Futsal si aggiudica il big match della ventiduesima giornata contro la Virtus Lauria e accede allo spareggio promozione serie C1 che vedrà fronteggiarsi in sfida secca i rossoblù di Masiello e il Gagliardi Potenza, seconda forza del girone A.

Davanti ad una cornice di pubblico delle grandi occasioni, i bernaldesi danno vita ad un match intenso ed appassionante al cospetto della terza forza del campionato, giunta in terra jonica con alcune defezioni, ma dotata di un ottimo organico.

Il primo tempo è un monologo rossoblù, con il portiere ospite Papaleo decisivo in numerose circostanze. Pronti via e Margarita, in appena ottanta secondi, scalda per due volte le mani del portiere lauriota chiamato al primo vero intervento decisivo al 4′: Fusco calcia da fuori, il numero uno ospite respinge con la sfera che carambola su Plati, ma il portiere è ancora bravo a mettere in corner. Passano sessanta secondi e Plati prova a finalizzare una giocata tutta di prima con il pallone che sfiora la traversa.

Al 6′ pericolosi Mianulli e Gallitelli, ma la mira è imprecisa. Il Bernalda Futsal imperversa dalle parti di Papaleo, ma non riesce a finalizzare le occasioni create: nemmeno al 7′ i giocatori di casa riescono a far gol, con il portiere orange che si oppone alla grande al tiro di Gallitelli ben imbeccato da Margarita. Il monologo bernaldese è rotto dall’improvviso vantaggio ospite, con la Virtus che passa alla prima vera azione, finalizzando un contropiede micidiale con capitan Cresci.

Il Bernalda Futsal non si scompone e ci riprova con Fusco, ma è bravo Papaleo a respingere la minaccia. Il Lauria potrebbe raddoppiare, ma il solito Cresci è fermato dalla grande uscita di Carella. Il pubblico si scalda e la squadra locale sul parquet diventa sempre più pericolosa: in rapida sequenza ci provano Fusco, Margarita e Gallitelli, ma Papaleo è in giornata di grazia e ferma ogni minaccia alla sua porta; e quando non può arrivarci lui ci pensa Miceli a respingere la punizione di Margarita sulla linea. Il gol è nell’aria e arriva al 19′ con una punizione precisa ancora di Margarita che non lascia scampo a Papaleo e fa esplodere letteralmente gli oltre cinquecento del PalaCampagna.

Sulle ali dell’entusiasmo i bernaldesi premono e pervengono al raddoppio al 24′: Gallitelli, con un tunnel ai danni di Miceli, si presenta in area e calcia in porta, trovando l’opposizione di Papaleo, ma sulla respinta si avventa Mianulli che non può far altro che depositare la sfera nel sacco per il classico tap-in che spiana la strada ai suoi. Gli ospiti tornano a farsi vedere dalle parti di Carella con una diagonale pericolosa di Cresci, palla che sibila il palo e termina sul fondo. Il primo tempo si chiude con l’ultima emozione regalata dal presidente-giocatore Plati, ma il suo tiro piazzato fa la barba al palo. La ripresa si apre con un Bernalda Futsal arrembante che si porta sul 3-1 grazie a Plati, lesto a battere il neoentrato Sisti.

La Virtus non sta a guardare e prova a rimettersi in gioco, ma Labanca spara alto da buona posizione e Pesce colpisce il legno. I padroni di casa sentono la tensione e iniziano ad innervosirsi, rimettendo gli ospiti in gioco: ci vuole un super Carella per respingere i tentativi di Miceli e Cresci, mentre sull’altra sponda Sisti non è impeccabile sul tiro da fuori di Caruso, ma il generoso Mianulli non ne approfitta calciando a lato la sfera del possibile +3. Gol sbagliato, gol subito: la classica regola sportiva si concretizza nell’azione successiva, con Miceli che si beve tre avversari e batte Carella, meritandosi gli applausi del pubblico di casa per la bella giocata.

Il Bernalda Futsal è in affanno e i laurioti impattano al 15′ con Pesce che trasforma un penalty per fallo di Gallitelli. Mister Masiello chiama saggiamente il time-out, riorganizza i suoi che, appena rientrati in campo, firmano il nuovo sorpasso: il gol di Sarubbi arriva nel momento più importante della partita, con il numero 3 che arpiona il pallone in area avversaria e, con una giocata da vero pivot, si gira e batte Sisti. Il gol rilancia le ambizioni dei rossoblù che vanno ancora in gol poco dopo con la chirurgica conclusione di Gallitelli che non lascia scampo a Sisti. Il laterale jonico si ripete al 18′, ma il suo tiro potente si stampa sulla traversa e torna in gioco. Il Bernalda Futsal controlla e porta a sei le sue marcature al minuto 25 grazie a capitan Caruso che finalizza un contropiede geniale. La partita non è ancora finita perché i rossoblù si rilassano ancora e subiscono il 6-4 ad opera di Cresci, mentre in pieno recupero lo stesso capitano potentino si fa parare da Carella un tiro libero, avviando il match ai titoli di coda.

Affermazione importante per gli uomini di Masiello che, sul campo, addirittura avrebbero conquistato il primo posto, ma la sconfitta a tavolino subita contro il Lagonegro condanna la truppa jonica a disputare i play-off: nel mirino c’è il Gagliardi Potenza, con la speranza che il pubblico rossoblù possa ripetere la splendida prestazione di sabato e sostenere il Bernalda Futsal in questo ultimo, ma fondamentale impegno stagionale.

A fine gara è il più “anziano” del gruppo Francesco Carella, uomo della provvidenza in questo finale di stagione per il gruppo di mister Masiello, a dire la sua sul match: “Innanzitutto voglio complimentarmi con gli avversari per la bella partita disputata e per la correttezza dimostrata in campo. Il match era in ghiaccio e l’abbiamo riaperto noi con il nostro nervosismo inspiegabile. Nonostante tutto, l’obiettivo è davvero ad un passo e dobbiamo fare di tutto per ripagare i sacrifici sia del gruppo, ma soprattutto della società che ha effettuato un grande dispendio di energie e risorse in questa stagione sportiva. Nella sfida che ci attende dovremo seguire le direttive del mister e mettere da parte personalismi inutili, lottando su ogni palla con grande umiltà”.

Un altro protagonista del match contro la Virtus Lauria è stato Roberto Mianulli: “Abbiamo raggiunto l’obiettivo per cui ci siamo allenati da luglio: sul campo abbiamo vinto il campionato, ma adesso concentriamoci soltanto sullo spareggio-promozione. Sul match di sabato posso dire che abbiamo dominato dal primo all’ultimo minuto e il vantaggio iniziale degli avversari si è concretizzato dopo una serie infinita di azioni pericolose create dalla nostra squadra. Ringrazio la squadra e lo staff tecnico per l’obiettivo raggiunto, ma ci tengo particolarmente a sottolineare il calore del pubblico che ci sostiene sempre, ma che sabato è stato davvero encomiabile: a loro dedico la nostra vittoria”.

Chiusura con Francesco Buono, ormai pienamente recuperato dopo il lungo infortunio: “Sabato abbiamo giocato davanti ad un pubblico che non si vedeva così numeroso dai tempi della Serie B di basket: il PalaCampagna è tornato a ruggire e noi non potevamo fallire. Per questo sottolineo l’ottima prova del collettivo e sottolineo il grande lavoro del mister Nicola Masiello che ci ha dato tanto in questo anno insieme.  Ora la testa va allo spareggio: in questi giorni che ci separano dalla partita decisiva dovremo dare tutto per arrivare preparati alla sfida”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*