Bernalda: sfregia convivente, arrestato dai Carabinieri

cap mennone

Personale della Stazione Carabinieri di Bernalda, unitamente ai colleghi della Compagnia Carabinieri di Pisticci, in esecuzione di provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal Gip del Tribunale di Matera, Angela Rosa nettis, ha tratto in arresto un cittadino di nazionalità tunisina di 27 anni, B. A. I. resosi responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali gravissime aggravate con l’uso delle armi. 

I fatti si sono verificati in Rossano e Bernalda nel periodo Dicembre 2012 – agosto 2013, durante il quale l’arrestato si è reso protagonista di maltrattamenti continuati in danno della convivente di nazionalità italiana di anni 47, sottoponendola  ad un regime di vita intollerabile e vessatorio e ad una serie di sofferenze fisiche e morali in modo abituale, tanto da procuragli in una circostanza delle lesioni personali gravissime giudicate guaribili in 30 giorni.

La vittima, rassicurata da personale di questo Comando che ne aveva appreso notizia in forma confidenziale, nell’agosto ha presentato denuncia nei confronti del suo aguzzino.

A seguito dell’attività d’indagine condotta e dalla serie di prove raccolte il Gip del Tribunale di Matera, stante la personalità del soggetto emetteva l’Ordinanza di Custodia in Carcere anche in conformità del Decreto Legge sulle “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere”.

 

Compagnia Carabinieri Pisticci

 

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*