Basket: Trasferta a Maddaloni per il Bernalda

Basket Bernalda

Domenica 1 dicembre, nella nona giornata di campionato, la Cestistica Bernalda va a far visita al Maddaloni, nella città che ha dato i natali al capitano rossoblu Roberto Russo.
Dopo diversi anni di purgatorio in categorie inferiori, Maddaloni si è ripresa il meritato palcoscenico, grazie soprattutto ai sacrifici nell’arco degli ultimi anni di patron De Filippo.
Dopo un inizio di stagione non certo esaltante, con 4 sconfitte nelle prime 4 giornate, i biancoblu hanno ritrovato la retta via, incanalando 3 importantissime vittorie, a Molfetta e in casa con Martina Franca e Venafro, mentre nell’ottava giornata hanno subito un’immeritata sconfitta a Lanciano e sicuramente coach Massimo Massaro avrà preparato al meglio la sfida di domenica per rimettersi in carreggiata il più rapidamente possibile e far felice i propri sostenitori.
Il roster maddalonese può contare su diversi elementi di grande affidabilità come il regista Salvatore Desiato, giocatore molto rapido che fino a questo momento risulta essere anche il miglior realizzatore con 16 punti di media e con un interessantissimo 12/23 dall’arco dei 3 punti, è lui il pericolo numero uno per Russo e compagni.
Ad affiancare il play campano ci sono due ragazzi che non devono essere in nessun modo sottovalutati:  Nino Garofalo e Francesco Chiavazzo.
Il primo è un’ala grande di 196cm, che per le sue caratteristiche tecniche e fisiche è diventato una pedina fondamentale per coach Massaro: buona tecnica di tiro, tanta fisicità e grinta da vendere sia in fase offensiva che difensiva, il secondo è una guardia molto possente e nello stesso tempo molto rapida, che sfrutta a pieno le sue potenzialità con penetrazioni a canestro a volte inarrestabili.
Nel reparto lunghi c’è un terzetto che ha, fin qui, dato filo da torcere a tutte le difese.
Rusciano, Piscitelli e Loncarevic sono tre lunghi molto atipici in questa categoria: dotati di ottime percentuali al tiro, sia dalla media che dalla lunga distanza, riescono ad affondare i colpi anche con 1contro1 fronte e spalle canestro.
Da monitorare con estrema attenzione Piscitelli, 14 punti di media e 9/19 da 3 punti, e Rusciano che fin qui a fatto registrare un invidiabile 48% dalla media distanza.
Dalla panchina si sono sempre fatti trovare pronti Carmine Moccia e Pasquale Greco, due giocatori esterni che con il passare del tempo si sono conquistati la fiducia dei compagni ed il rispetto degli avversari, tanta energia e voglia di fare, fanno del tiro la loro arma migliore.
Per il team bernaldese, invece, un’altra settimana non facile, con qualche acciacco di troppo che ha condizionato il regolare svolgimento degli allenamenti.
Ma per domenica dovrebbero essere tutti arruolabili, compreso Derraa e Laganà tenuti a riposo precauzionale nel match vinto con Taranto.
Come sempre, quindi, quel che aspetta alla squadra di coach Cotrufo non è una partita semplice nel pronostico, ma come afferma l’assistant-coach Giuseppe Delia “è questo tipo di partita che ci dice chi siamo e dove possiamo/vogliamo arrivare. Vincere in casa è sempre bello e gratificante, ma è vincere lontano dal PalaCampagna, in un campo difficile come Maddaloni, che ci permette di proiettarci con determinazione e sicurezza verso orizzonti ben più lontani di quelli ipotizzati ad agosto. Come si dice spesso, la strada è lunga e piena di difficoltà, ma già domenica abbiamo la possibilità di continuare a fare qualcosa di importante per il nostro cammino”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*