Assemblea del Partito Democratico della Provincia di Matera “pronti alle nuove sfide”

pd

Sabato scorso si è svolta, in modalità online, l’assemblea del Partito Democratico della Provincia di Matera, un momento di confronto e di ascolto tra dirigenti ed esponenti politici democratici mai come in questo momento utile e necessario.

L’assemblea si è aperta con la surroga di alcuni membri della commissione di garanzia provinciale e la nuova nomina del tesoriere della federazione provinciale che si è resa necessaria dal fatto che il tesoriere uscente Rocco Durante, essendo diventato segretario di circolo di Scanzano Jonico, ha lasciato l’incarico dopo aver rendicontato la sua attività al servizio della federazione negli ultimi due anni e mezzo.

Dopo i saluti del presidente del PD provinciale Salvatore Caputo, si è aperta la discussione politica con la relazione del segretario Claudio Scarnato.

Scarnato ha sintetizzato nel suo intervento gli avvenimenti politici nazionali degli ultimi mesi, soprattutto nel campo del PD con le dimissioni di Zingaretti, il cui operato è stato largamente apprezzato, e l’arrivo di Letta alla guida del partito. Un momento di rottura e di cambiamento che però porta con sé delle nuove opportunità di crescita e di costruzione: un’occasione proficua per guardarsi in faccia e ripartire dalle tante energie positive e competenti del partito e del nostro territorio, e per avviare una ricostruzione politica.

In una fase in cui cambia il governo nazionale con la nomina di Draghi il partito ha il dovere nel nuovo esecutivo di rappresentare le istanze identitarie dei democratici, stare nel nuovo governo da protagonisti e da attori di un cambiamento positivo in un momento difficile per il Paese.

La relazione del segretario provinciale è proseguita con l’analisi della situazione politica regionale e l’arrivo nel PD di Basilicata del commissario On.Gianni dal Moro, con il quale si è avviato un dialogo cordiale e fattivo teso a dare tutto il contributo necessario alla ripartenza del PD lucano; ripartenza il cui punto focale sarà la fase congressuale che si andrà ad aprire nel prossimo futuro con l’elezione della nuova classe dirigente democratica.

In questo contesto una nuova linfa e una straordinaria spinta arriva dai territori dove con si sono susseguite nel mese passato le consultazioni dei circoli (ben 20 su 25 in tutta la provincia), discussioni nelle quali si sono affrontati i temi principali di questo particolare momento e si è iniziato un percorso di rilancio dell’azione politica locale. Un patrimonio di competenze e partecipazione che pone il Pd della Provincia di Matera come attore politico privilegiato e decisivo in tutti i processi decisionali, soprattutto nelle prossime elezioni amministrative.

Ci avviciniamo infatti alle comunali di ottobre dove si voterà a in comuni importanti come Pisticci, Bernalda,Ferrandina, Montescaglioso, Oliveto Lucano e Aliano (non è sicuro ancora il voto a Scanzano Jonico), ed è fondamentale che ci sia una classe dirigente valida che possa guidare il PD in queste sfide cruciali per i territori.

Sulla base della relazione di Scarnato e su questi temi si sono susseguiti gli interventi di Carlo Chiurazzi componente direzione nazionale del PD, di Roberto Cifarelli capogruppo PD in consiglio regionale, degli onorevoli del PD lucano Vito De Filippo e Salvatore Margiotta.

Alla discussione hanno partecipato i segretari dei circoli del territorio e tutti i sindaci del PD della provincia, la loro presenza è espressa volontà del segretario provinciale per favorire la più larga collegialità e condivisione delle scelte adoperate dall’assemblea.

Una discussione franca e aperta che ha testimoniato la vitalità del PD della provincia di Matera e della sua azione politica che continua con rinnovato slancio nella nuova fase che stiamo vivendo.

Post correlati