Alsia, per sindacati bisogna superare situazione di stallo

alsia

“Riguardo alla gestione dell’Alsia e alle condizioni dei lavoratori che vi operano, dopo le azioni di lotta intraprese nei mesi estivi, la situazione di stallo è rimasta sostanzialmente immutata”.

E’ quanto dichiarano i Segretari Regionali Cgil, Cisl e Uil, Roberta Laurino, Giovanni Sarli e Franco Coppola, che, dopo aver sottolineato “con soddisfazione la risoluzione – pure solo temporanea – di alcuni problemi di liquidità dell’Ente, che hanno consentito l’erogazione delle retribuzioni di luglio ed agosto scorsi”, evidenziano le questioni ancora irrisolte: “Non abbiamo – scrivono i sindacati – ancora alcuna programmazione dei trasferimenti delle somme necessarie alla gestione ordinaria (inclusi gli stipendi) stanziate con l’approvazione del Bilancio 2013; nessuna decisione riguardo a compiti e funzioni assegnate – pure in via transitoria – e in attesa della legge di riordino; nessuna decisione in merito alla nomina del Commissario dell’Agenzia”. Per i sindacati, inoltre, “è inaccettabile, poi, che a due mesi dalla scadenza dell’ennesimo commissariamento, a valle di una nuova proroga, la giunta regionale non abbia ancora provveduto alla nomina del vertice aziendale”. “I lavoratori dell’Alsia – dichiarano ancora i sindacati – rivendicano una migliore qualificazione della spesa sostenuta dalla collettività per le loro retribuzioni, rinnovano il loro impegno nel chiedere ruolo centrale per l’Alsia e servizi per il comparto agricolo lucano. I lavoratori sono altresì pronti ad ogni costruttiva azione di lotta per difendere serietà, merito, qualificazione del loro lavoro”.

Post correlati

Ultime

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*