Ad Albano di Lucania una cerimonia per ricordare Francesco Tammone

Domenica 10 luglio alle ore 18.00 presso la Parrocchia Santa Maria Assunta ad Albano di Lucania, Don Domenico Fanuele e Don Marcello Cozzi officeranno la Santa Messa in suffragio dell’Agente Scelto della Polizia di Stato Francesco Tammone. Al termine della celebrazione, la cerimonia si sposterà al Parco della Rimembranza per la deposizione della corona di fiori al monumento dedicato a Francesco.

Francesco Tammone fu ucciso il 10 luglio 1996 dal pregiudicato Francesco Pontiero, nel corso di un intervento per una rissa segnalata nel rione Cocuzzo. Aveva 26 anni e una figlia di soli due mesi.

Domenica 10 luglio alle ore 18.00 presso la Parrocchia Santa Maria Assunta ad Albano di Lucania, Don Domenico Fanuele e Don Marcello Cozzi officeranno la Santa Messa in suffragio dell’Agente Scelto della Polizia di Stato Francesco Tammone.

Al termine della celebrazione, la cerimonia si sposterà al Parco della Rimembranza per la deposizione della corona di fiori al monumento dedicato a Francesco.

Francesco Tammone fu ucciso il 10 luglio 1996 dal pregiudicato Francesco Pontiero, nel corso di un intervento per una rissa segnalata nel rione Cocuzzo. Aveva 26 anni e una figlia di soli due mesi.

L’iniziativa è promossa da Libera Basilicata, il Presidio Libera Potenza “Elisa Claps e Francesco Tammone” e il Comune di Albano di Lucania, e rientra tra le attività esterne promosse dal Presidio Legalità, nato all’interno del progetto G.A.I.A. Scienza.

”26 anni fa la nostra terra perdeva, per mano della criminalità organizzata, uno dei suoi figli migliori- ricorda Marianna Tamburrino, referente di Libera Potenza e animatrice del Presidio Legalità-  In sua memoria, per il suo senso del dovere, nel segno del ricordo del suo sacrificio, abbiamo scelto di dedicare, assieme al ricordo di Elisa Claps, il nostro presidio di Libera. La storia di FrancescoTammone non può e non deve essere dimenticata, a noi il dovere morale di ricordarlo e tenere viva la memoria del suo sacrificio e del suo dolcissimo sorriso”.

Post correlati