Abolizione Provincia: Anche Coppola della Uil è contrario

La campagna mediatica per l’abolizione delle Province, identificate come responsabili dello sfascio e degli sprechi politico-istituzionale del paese, è giunta al punto nodale. La Provincia materana, per il non possesso dei requisiti all’uopo previsti ( 2500 kq. e 350mila abitanti) che non tengono in alcun modo in considerazione le peculiarità, caratteristiche e necessità di un’ area vasta, sembrerebbe destinata alla chiusura. Se così fosse – dichiara in una nota il segretario della Uil di Matera Francesco Coppola – da noi produrrebbe danni insostenibili e condannerebbe definitivamente questo territorio all’incuria e all’abbandono. La decisione adottata dalla Conferenza delle Autonomie è chiaramente condivisibile. Ora spetta alla Regione ed ai sindaci dei due Comuni capoluogo, trovare la soluzione che comunque interesserà alle fondamenta l’intero territorio regionale. A tutti i livelli istituzionali regionali, alla politica complessivamente intesa, a tutte le forze sociali, chiediamo l’apertura di un tavolo regionale che definisca una forte e condivisa posizione e che abbia la forza e la determinazione di rappresentarla e farla accettare al Governo nazionale”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*