Protocollo tra la Provincia di Matera e la Federazione Campeggiatori

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Protocollo d’intesa tra la Provincia di Matera e la Federazione Regionale Campeggiatori di Basilicata per la promozione del territorio e la valorizzazione del turismo all’aria aperta.
L’accordo è stato siglato nella sede dell’ente provinciale dal presidente Franco Stella e dal presidente della Federazione Campeggiatori, Raffaele Motola, ed avrà una durata quinquiennale, prorogabile automaticamente per altri cinque.
Attraverso questa collaborazione si punta alla promozione delle bellezze territoriali e alla condivisione delle azioni e degli interventi che si attiveranno per favorire la crescita del turismo itinerante, che sempre più successo sta riscuotendo tra viaggiatori giovani e meno giovani.
Il protocollo prevede anche l’organizzazione di iniziative promozionali, come eventi, mostre, fiere, raduni e convegni di studio; il censimento della aree di sosta, campeggi e la divulgazione su stampa di settore; l’individuazione di finanziamenti per progetti e iniziative condivise.
Il coordinamento della attività sarà affidato all’Assessorato al Turismo e Promozione del Territorio della Provincia di Matera, presso la cui sede si terranno le riunioni e gli incontri periodici di programmazione.
Grazie all’accordo l’ente provinciale punta a sostenere una tipologia di turismo in costante ascesa a livello nazionale ed internazionale.
Basti pensare che nel 2010, solo in Italia, oltre un milione di persone ha scelto di viaggiare in camper, con una totale libertà di spostamento e la possibilità di sostare a diretto contatto con l’ambiente circostante.
E numerose sono le strutture in provincia di Matera, e soprattutto nel Metapontino, rivolte agli amanti della vacanza in mezzo alla natura.
Attraverso questa intesa – ha detto il presidente dell’Ente di via Ridola Franco Stella – valorizzeremo il territorio sotto il doppio profilo: economico e ambientale. Perché il turismo itinerante, definito anche eco-sostenibile, può svilupparsi solo in presenza di un capitale ambientale correttamente tutelato”.
Commenti

Questo articolo è stato letto 277volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto