Politiche 2018: la Basilicata non è più rossa, boom del Movimento 5 Stelle

Scritto da Emmenews on . Postato in In Primo Piano, Politica

Voto

La Basilicata non è più rossa.

Un vero e proprio terremoto ha scosso la regione roccaforte del Pd in questa tornata elettorale.

Secondo i dati relativi allo spoglio dei voti per il rinnovo di Camera e Senato riportati sul sito Eligendo del ministero dell’Interno è il Movimento 5 Stelle il primo partito lucano, seguito dalla coalizione di centrodestra. Solo terzo lo schieramento di centrosinistra.

Un dato in tendenza con quanto registrato in tutto il Mezzogiorno, con una netta affermazione dei 5 Stelle nei collegi uninominali.

Relativamente al Senato, nell’unica circoscrizione Basilicata e con i dati relativi a 672 sezioni su 681, il candidato pentastellato Saverio De Bonis ha raccolto 120.681 voti, pari al 42,93%.

A seguire il candidato della coalizione di centrodestra, il leghista Pasquale Pepe, che ha ottenuto 73.394 preferenze, il 26,11%.

Ben più distanziato il presidente del gruppo socialista al Parlamento europeo Gianni Pittella che si ferma a 60.000 voti pari al 21,34%.

Quarta la candidata di Liberi e Uguali Cristiana Coviello che ha raggiunto il 5,69% ovvero 16.003 preferenze.

Relativamente alla Camera, nel collegio uninominale Matera netta l’affermazione del Movimento 5 Stelle: secondo Eligendo, relativamente ai dati di 341 sezioni su 370, il più suffragato è Gianluca Rospi con 68.985 preferenze, pari al 45,6%.

Secondo l’esponente della coalizione di centrodestra Nicola Pagliuca con 39.886 preferenze ovvero il 26,39%.

Non sfonda la candidata del centrosinistra, la giornalista Francesca Barra, che si ferma a 27.168 voti, il 17,97%.

Quarto Filippo Bubbico, di Liberi e Uguali, con 9.005 voti, pari al 5,95%.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 232volte!

Tags: , , , , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto