Valsinni: sorpreso a rubare in un centro educativo, arrestato

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca, In Primo Piano

Carabinieri Colobraro

I Carabinieri della stazione di Colobraro, dopo un’accurata attività investigativa, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato tentato di furto M. C. (classe 1992), disoccupato, incensurato, residente nel comune di Valsinni  e contestualmente lo hanno deferito in stato di libertà per il delitto di ricettazione.

Nel pomeriggio di martedì, i Carabinieri, nel corso di un servizio perlustrativo di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Policoro, hanno raggiunto nel Comune di Valsinni all’interno del Parco dei Crisciuni, poiché era stata segnalata la presenza di un giovane intento a frugare all’interno delle tende degli ospiti di  un campo scuola giovani gestito e organizzato da una nota fondazione presente su tutto il territorio nazionale.

Giunti sul posto, i militari hanno accertato che il giovane si era introdotto in alcune tende della struttura educativa, che erano state messe a soqquadro ed all’interno di una delle quali era stato sorpreso.

Il ventunenne è stato interrogato dagli investigatori che già da qualche settimana erano sulle sue tracce poiché presso la medesima struttura, nelle settimane precedenti, erano stati registrati  ben tre furti di attrezzature varie e generi alimentari, fatti regolarmente denunciati ai Carabinieri.

La professionalità e l’umanità profusa dai militari ha permesso di arrivare ad una minuziosa ricostruzione degli eventi occorsi nel pomeriggio di martedì e dei furti  consumati nelle settimane precedenti, il giovane, alla presenza di un difensore, ha deciso di collaborare confessando di aver tentato il furto all’interno delle tende in quel pomeriggio e di essere l’autore delle altre condotte delittuose consumate in danno della struttura alloggiativa di cui sopra e dei suoi ospiti.

In forza di tali dichiarazioni, nonché delle testimonianze assunte e degli accertamenti esperiti sul luogo del reato, il ventunenne è stato tratto in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Matera Alessandra Susca.

Contestualmente, i militari hanno effettuato una perquisizione presso il domicilio dell’arrestato dove hanno rinvenuto generi alimentari e attrezzatura varia per un valore complessivo di circa duemila euro, immediatamente riconsegnati agli aventi diritto.

Nella giornata di mercoledì l’arrestato, valutate le modalità e le circostanze del fatto reato contestato, nonché la condotta tenuta nell’immediatezza dei fatti e la sua incensuratezza, è stato posto in libertà in attesa del giudizio.

 

Compagnia Carabinieri Policoro

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 973volte!

Tags: , , , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto