Una visita speciale all’Oasi Wwf di Policoro

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca


E’ partito il 25 settembre il progetto Turismo Speciale: il viaggio oltre le barriere presentato dalla Novass cooperativa sociale che ha coinvolto gli anziani della casa di riposo “Hostilianus”di Stigliano che hanno oltrepassato le barriere architettoniche emotive e sociali per trascorre una giornata ludico-ricreativa ed educativa presso il centro Wwf di Policoro.

Al “viaggio oltre le barriere”, hanno partecipato 15 anziani, di cui 3 in carrozzina che hanno goduto di un’uscita didattico-ricreativa, pensata ed ideata ad hoc per loro, sulla base delle esigenze di ogni singolo utente. Durante il percorso gli anziani sono stati costantemente assistiti dal personale esperto e qualificato della Novass.

Il desidero di socializzazione, infatti, innato nell’uomo e maggiormente sviluppato in persone portate a vivere quasi unicamente una dimensione familiare, deve assolutamente trovare uno sfogo anche in occasioni come queste, di tipo artistico-culturali, come già avviene, per esempio, nel settore sportivo.
Dovrebbe poter essere un diritto/dovere di tutti i cittadini, soprattutto degli anziani, malati e disabili poter usufruire delle vacanze, ma per essere gratificante devono anche essere “divertenti” – sostiene qualcuno degli anziani intervistati
Il progetto Turismo Speciale è alla sua seconda edizione: “Socializzazione, educazione, intrattenimento ” delle persone con bisogni speciali continuano ad essere i tre termini centrali per far si che il territorio lucano con i suoi beni artistici e culturali sia anche investito da quel processo di destagionalizzazione turistica, ma è altrettanto importante far dialogare e mettere in rete i vari attori del territori che si devono sentire coinvolti nel settore del turismo sociale in un’ottica costruttiva di concertazione e di ottimizzazione delle potenzialità del territorio e con personale esperto e formato che sappia cogliere i bisogni inespressi da parti di questi fruitori” sottolinea la presidente della Novass Carmen Olivieri
Il progetto è solo all’inizio.
I prossimi protagonisti saranno i bambini diversamente abili per una gita fuori porta a Napoli per incontrare, divertirsi, giocare e confrontarsi con altri ragazzi della loro età.

Commenti

Questo articolo è stato letto 538volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto