Policoro: Carabinieri ritrovano 400 piante rubate

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca, In Primo Piano

albicocche

I Carabinieri del Comando Stazione  di Policoro, al termine di intensa attività info-investigativa,  hanno deferito in stato di libertà  G. M.M., classe  1947, agricoltore, pregiudicato, per il reato di ricettazione di circa 400 piante di albicocche.

Le indagini sono state avviate a seguito della denuncia di furto di circa 500 piante di albicocche, già piantate dal legittimo proprietario, un imprenditore agricolo di Policoro, all’interno di un suo appezzamento, fatti consumati tra la sera di sabato 23 marzo ed il pomeriggio di domenica 24.

I militari hanno immediatamente sviluppato una intensa attività informativa che li ha condotti  il lunedì successivo nell’agro di Rotondella, precisamente in località Santa Laura, all’interno del fondo di proprietà di un professionista  originario di quel Comune, affittato al sessantacinquenne.

In quel fondo, i militari hanno appurato che circa 400 delle 500 piante di albicocche oggetto di furto, erano state appena piantate e presentavano il nastro delle operazioni di innesto dello stesso colore di quello specificato dal denunciante relativamente alle proprie piante.

Inoltre, è stato portato sul posto il denunciante che ha riconosciuto con stupore e grande soddisfazione le proprie piante di cui aveva patito il furto  con un danno quantificabile in circa 2000 euro, tra l’altro non coperto da assicurazione.

A quel punto,  ricorrendone i presupposti di legge, i militari del Comando Stazione di Policoro, coadiuvati dai colleghi della Stazione Carabinieri di Rotondella,  hanno sottoposto a sequestro l’intera area, denunciando in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Matera l’uomo, il quale riferiva di aver acquistato le citate piante  da un ignaro venditore in Policoro, acquisto di cui non ha esibito alcuna certificazione.

Le indagini sono proseguite al fine di individuare la provenienza di circa ulteriori cento piante di albicocche, di diversa qualità rispetto a quelle denunciate, messe a dimora dal denunciato all’interno del medesimo fondo sottoposto a sequestro.

Nella mattinata dello scorso lunedì, gli investigatori hanno rintracciato un altro imprenditore agricolo di Policoro, il quale ha riconosciuto le citate cento piante quali proprie, di cui ha denunciato  il furto consumato in data imprecisata all’interno di un suo fondo ubicato anch’esso in Policoro, limitrofo a quello del primo denunciante.

L’operazione certifica l’impegno dell’Arma nell’intensificazione dell’attività repressiva nel territorio del Comune di Policoro per contrastare, in particolare,  i reati contro il patrimonio.

 

Compagnia Carabinieri Policoro

Commenti

Questo articolo è stato letto 656volte!

Tags: , , , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto