Policoro: arrestato piromane

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Rischia una condanna da quattro a dieci anni di carcere il trentottenne di Policoro, arrestato giovedì pomeriggio dagli agenti del Corpo Forestale di Scanzano Jonico, perchè sorpreso ad appiccare il fuoco in una zona vicina al bosco Pantano del centro jonico.
L’uomo ha tentato di fuggire ma è stato inseguito e prontamente bloccato; per lui si sono aperte le porte del carcere di Matera.
Resterà ora da capire se il trentottenne, conosciuto a Policoro come una persona tranquilla, è responsabile anche degli altri roghi che, lo scorso 20 e 27 luglio, hanno distrutto complessivamente ottanta ettari tra bosco, macchia mediterranea e pineta.
Il personale del Comando Stazione di Scanzano Jonico, con la collaborazione dei Comandi Stazione di Pisticci e Rotondella e coordinati dal Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo Centrale di Roma, è arrivato all’arresto di giovedì in seguito a lunghi appostamenti e scrupolose indagini che andavano avanti dall’inizio della stagione estiva.
L’attenzione della Forestale si era concentrata sull’uomo per i suoi comportamenti sospetti; alla fine l’attività investigativa ha permesso di evitare il divampare dell’ennesimo rogo.
E soddisfazione è stata espressa dal mondo politico e istituzionale per l’arresto del piromane, dai consiglieri regionali Paolo Castelluccio e Ernesto Navazio all’amministrazione comunale di Policoro, che ha proposto il riconoscimento di una ricompensa morale per gli agenti che hanno effettuato i controlli e il fermo dell’uomo.
Apprezzamento è stato espresso anche Vincenzo Francomano, sindaco di Rotondella e vice-presidente dell’Anci Basilicata, il quale ha sottolineato anche come, al lavoro delle forze dell’ordine, dovrà affiancarsi anche la sensibilità dei cittadini per contribuire alla salvaguardia del patrimonio agro-forestale, bene comune di primaria importanza.
Infatti la guardia resta sempre altissima, per evitare che altri possano mettere ancora una volta a rischio lo stato di salute del patrimonio ambientale di Policoro e dell’intero Metapontino, già provato da quanto accaduto negli ultimi dieci giorni.
Commenti

Questo articolo è stato letto 350volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto