Pisticci: in un mese cause cattivi odori Valbasento

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca


Primo tavolo operativo tra Regione Basilicata, Provincia di Matera, Comune di Pisticci, Arpab e Consorzio Asi per fare luce sui cattivi odori nella zona industriale del centro jonico.
E nel corso del tavolo ci si è dati tempo un mese per capire qual è la causa alla base dei cattivi odori che si percepiscono nella zona industriale di Pisticci così da definire il piano di interventi da attuare.
Alla prima riunione del tavolo operativo, convocato dal Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata, erano presenti l’assessore all’Ambiente Vilma Mazzocco e il direttore del Dipartimento Donato Viggiano, rappresentanti di Arpab, Provincia di Matera, Comune di Pisticci e Consorzio per lo sviluppo industriale della Provincia di Matera.

Dobbiamo capire quali sono le cause che determinano questi cattivi odori così da intervenire in maniera tecnicamente corretta per risolvere un problema che pesa sui residenti ma che interessa tutta la collettività”, ha dichiarato l’assessore Mazzocco che ha aggiunto: “Irrobustiamo il mandato all’Arpab e alla Provincia di Matera perché forniscano dati certi sulla situazione degli scarichi in Valbasento”.

Nei prossimi trenta giorni l’Agenzia regionale per l’ambiente e la Provincia di Matera, provvederanno a definire una mappatura delle aziende per capire se i sistemi di collettamento e l’impiantistica di depurazione corrispondono pienamente a quanto previsto nei provvedimenti autorizzativi.

Il riscontro – ha spiegato il direttore Viggiano – sarà utile per capire in quale direzione devono andare gli interventi.
La mappatura degli scarichi, dei sistemi di collettamento e depurazione – ha aggiunto – ci forniranno un quadro della situazione che sarà tenuta costantemente sotto controllo con un sistema di monitoraggi costanti e azioni coordinate tra i vari enti”.

E’ stato poi chiesto all’Arpab di intensificare i controlli relativi sia ai processi produttivi, sia ai sistemi di collettamento e trattamento reflui.
Previsto il potenziamento da parte di Arpab della centralina di monitoraggio della Valbasento con la predisposizione di un sistema di controllo delle emissioni odorigene.
Commenti

Questo articolo è stato letto 283volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto