Montalbano: Minaccia sindaco e consorte, arrestato

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca


I Carabinieri della Stazione di Montalbano Jonico hanno tratto in arresto M. F. (classe 1972), censurato, tossicodipendente, per i reati di minacce, tentata estorsione, tentata rapina, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Alle ore 03.30 circa di giovedì il quarantenne si è recato presso l’abitazione del Sindaco di Montalbano Jonico, e dopo aver suonato al citofono, ha urlato insistentemente all’indirizzo del primo cittadino frasi minacciose al fine di influire sull’amministratore pubblico per ottenere quanto prima l’elargizione di un sussidio del valore complessivo di 300 euro, contributo già deliberato in suo favore dal Comune di Montalbano Jonico il 22 agosto per fronteggiare le sue esigenze vitali quotidiane e, di fatto, non ancora percepito.
In conseguenza del rifiuto del Sindaco di cedere a tali minacce, alle successive ore 15.30 circa, l’arrestato ha raggiunto la sede di lavoro della consorte del primo cittadino
All’arrivo della donna, l’arrestato l’ha aggredita con frasi minacciose finalizzate a farsi consegnare la citata somma di denaro; tale condotta non è sfuggita all’attenzione di una guardia giurata in servizio di vigilanza presso la filiale di un istituto di credito ivi ubicata, che è intervenuta per sedare gli animi.
A quel punto il quarantenne ha compiuto con minaccia e violenza, atti idonei e diretti in modo non equivoco ad impossessarsi della pistola d’ordinanza del vigilante, il quale prontamente ha respinto il tentativo criminale.
A quel punto, la stessa consorte del primo cittadino, che nel frangente aveva avuto la possibilità di trovare rifugio in alcuni locali dei Monopoli di Stato, ha allertato il Comando Stazione Carabinieri di Montalbano Jonico, la cui pattuglia in servizio di controllo del territorio ha immediatamente raggiunto il luogo dei fatti, senza rintracciare l’uomo, che si era dato alla fuga immediatamente dopo la reazione della guardia giurata.
Tuttavia, le ricerche avviate tempestivamente dai militari operanti, che allertavano la Centrale Operativa della Compagnia di Policoro per l’invio di altre pattuglie in supporto, hanno subito dato esito positivo.
Infatti il quarantenne è stato individuato nei locali del Municipio di Montalbano Jonico, dove si era recato per tentare, anche qui con minacce, di farsi consegnare da una dipendente dell’ufficio economato il denaro stanziato in suo favore.
Nonostante i ripetuti inviti alla calma e alla ragione a lui rivolti dai militari intervenuti, ha aggredito questi ultimi con spintoni per sottrarsi al controllo di polizia.
A quel punto è stato immobilizzato e tratto in arresto dagli operanti e successivamente, esperite le formalità di rito, tradotto presso la propria abitazione sita in Montalbano Jonico in regime di arresti domiciliari, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Matera, Annunziata Cazzetta.
Lunedì l’arresto è stato convalidato dal Gip. del Tribunale di Matera, Rosa Bia, che ha applicato all’arrestato le misure cautelari della presentazione giornaliera presso gli uffici della Polizia Giudiziaria ed il divieto di avvicinamento dalle persone da lui minacciate nel corso della vicenda in disamina, nonché nei luoghi da essi frequentati ad una distanza non inferiore a 100 metri, affidandolo al Ser.t di Policoro per le terapie del caso.
Compagnia Carabinieri Policoro 

Commenti

Questo articolo è stato letto 476volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto