Matera: Il bilancio della Polizia di Stato

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Nel corso dell’anno 2011 l’attività svolta nei vari settori di competenza dalla Polizia di Stato ha prodotto risultati senza dubbio soddisfacenti mantenendo Matera e la sua provincia nelle posizioni più elevate della classifica delle province italiane sotto il profilo della sicurezza e dell’ordine pubblico.

Rinnovato impulso è stato conferito all’azione di prevenzione e di contrasto dei reati in genere, sia mediante una intensificazione dei servizi di controllo del territorio che attraverso accurate indagini concluse con incisive operazioni di polizia giudiziaria.

Intensa è stata pertanto l’attività di prevenzione e repressione svolta dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura e dei Commissariati distaccati di P.S. di Pisticci e Scanzano Jonico, con l’intervento straordinario dei Reparti Prevenzione Crimine della Polizia di Stato delle Sezioni di Potenza, di Bari e di Lecce.​

Efficace è stata anche l’azione specifica del personale della Polizia Stradale della Provincia di Matera per la vigilanza e la sicurezza stradale che ha consentito di conseguire i seguenti risultati:
– pattuglie impiegate​  1.750
– persone controllate            12.388
– veicoli controllati                11.250
– infrazioni al c.d.s.        9.419
– soccorsi a terzi                           267.​

Le operazioni di polizia giudiziaria condotte a termine dalla Squadra Mobile hanno consentito di disarticolare pericolose consorterie criminali, sventando la commissione di ulteriori e più gravi reati ed assicurando alla giustizia soggetti abitualmente inclini a delinquere.

Si rammentano le principali operazioni di polizia giudiziaria della Squadra Mobile:

Gennaio​Scanzano Jonico, 10 gennaio – Si conclude con l’esecuzione di una misura cautelare in carcere per Vincenzo Mitidieri, personaggio di spicco della criminalità locale, una vicenda di estorsione aggravata dall’impiego di metodi mafiosi.
L’attività di p.g., denominata “Last Piece”, completa una precedente operazione legata a fatti estorsivi svolta due anni fa dalla Polizia di Stato con l’arresto dello stesso Mitidieri. L’indagine più recente, svolta congiuntamente dalla Squadra Mobile di Matera e dal Commissariato distaccato di P.S. di Scanzano Jonico, è andata in porto grazie anche alla denuncia fatta da alcuni imprenditori vittime.

Marzo​Operazione “Bad Boys” e operazione “Replay”. Nel giro di due giorni la Squadra Mobile mette a segno due importanti operazioni antidroga con il sequestro di ingenti quantitativi di droga. Risultato: tre persone arrestate e 4 chilogrammi di hashish sequestrati il 10 marzo; una persona arrestata e 2 chilogrammi di hashish sequestrati il 12 marzo. In entrambi i casi i corrieri della droga sono stati bloccati sulla S.S. 655 Bradanica mentre trasportavano lo stupefacente a bordo della loro auto di ritorno probabilmente dalla Campania.

Aprile​Matera, 1 aprile – Operazione “Rame”, le indagini svolte dalla Squadra Mobile di Matera portano all’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 11 persone, 8 rumeni e 3 italiani, componenti di una banda che da almeno tre anni aveva messo a segno numerosissimi furti di rame soprattutto in Basilicata e Puglia, ma anche in altre regioni, tra cui la Lombardia.
Oltre agli ingenti danni a Telecom, Enel e Ferrovie dello Stato, gravi i disagi arrecati dai furti ai cittadini abitanti in alcune frazioni del capoluogo rimaste senza energia elettrica o linea telefonica. I danni alle strutture stimati solo in Basilicata si aggirano sui 2.500 euro. Ma le spese per ripristinare le linee salgono ad almeno il doppio.
L’attività investigativa ha portato al sequestro nei sei mesi in cui si è svolta di circa 47 quintali di rame. Solo la notte degli arresti sono stati 12 i quintali di rame sequestrati.

Matera, 5 aprile – Finisce in carcere il marito di Deborah Citro, la donna della cui scomparsa si era occupata anche la trasmissione di Rai 3 “Chi l’ha visto?”. La donna si era rifugiata a Lecco da amici per sfuggire alle violenze del marito che la costringeva con la forza ad avere rapporti sessuali. Dopo le indagini della Squadra Mobile, l’uomo viene sottoposto al provvedimento giudiziario di fermo subito dopo essere stato intervistato nella nota trasmissione di Rai 3 in cui si era mostrato affranto e disperato.

Matera, 13 aprile – Un giovane di 22 anni viene arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata e continuata, oltre a percosse, ingiurie, minacce ed atti persecutori nei confronti di una minorenne. La verità salta fuori a due anni di distanza, quando la ragazzina 15enne, accompagnata dalla madre, si è rivolta in Questura per denunciare il giovane, con cui aveva avuto una relazione, che la ossessionava con appostamenti, telefonate e minacce.

Matera, 13 aprile – Operazione “4-2-4”, a distanza di un mese da due analoghi sequestri, altri 4 chilogrammi di hashish di ottima qualità conservata in 40 involucri da 100 grammi l’uno sono sequestrati dalla Squadra Mobile.
L’intensificazione dell’attività info-investigativa e di monitoraggio sul fenomeno del traffico e spaccio di droga nel Capoluogo lucano ha portato gli investigatori ad un uomo, 39enne materano coniugato con figlia di pochi mesi, con precedenti per reati di altro genere.
Il corriere della drogo è stato sottoposto a controllo mentre rientrava a Matera con la propria auto. Gli agenti hanno rinvenuto l’hashish nel portabagagli, stipato sotto un carrozzino sistemato con lo scopo di sviare i sospetti.

Maggio​Irsina, 8 maggio – Tre uomini, dei quali uno cittadino albanese, sono sottoposti a fermo perché indiziati di concorso in tentato omicidio.
Sono penetrati a casa della vittima, pregiudicato, dove lo hanno pestato e poi colpito al torace con un coltello da cucina fino a ridurlo in fin di vita.
Le indagini svolte dalla Squadra Mobile hanno permesso nel giro di 24 ore di individuare i tre responsabili e di accertare il motivo dell’aggressione: l’uomo era ritenuto responsabile del furto degli ori di famiglia perpetrato nell’appartamento di un parente di uno tre aggressori.

Matera, 12 maggio – Con l’Operazione “Apple” 5 persone finiscono in carcere e 6 agli arresti domiciliari con l’accusa di concorso continuato in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Oltre a droga di ogni tipo, procacciata dalla vicina provincia barese, sono state sequestrate anche due pistole con relativo munizionamento. Tra gli arrestati spicca un noto pregiudicato dal soprannome di “Meledda” che nel dialetto locale vuol dire mela.

Dicembre​Matera, 4 dicembre – Tre persone, tutte della provincia barese, sono state arrestate al termine di un’operazione della Squadra Mobile di Matera in collaborazione con il Commissariato di P.S. di Gravina in Puglia. I tre si dedicavano al furto di auto tra Matera, Potenza e Bari. Ad essere prese di mira non erano auto di grande valore, ma per lo più medie e piccole cilindrate, più facilmente smerciabili sul mercato. Rubavano anche motorini, smart e minicar. Ben 30 le automobili che nell’ultimo anno avevano rubato nella sola Matera.

Scanzano Jonico, 28 dicembre – Con un’operazione congiunta della Squadra Mobile e del Commissariato di P.S. di Scanzano Jonico due insospettabili sono arrestati a Scanzano Jonico per droga. Con loro trasportavano gr.143 di cocaina che è stata sequestrata.

Altre importanti operazioni di polizia giudiziaria svolte dalla Polizia di Stato in questa provincia:

Febbraio – Gli agenti del locale Commissariato di P.S. di Scanzano Jonico sottopongono alla misura cautelare degli arresti domiciliari un giovane 24enne del luogo, resosi responsabile del reato di rapina con violenza. Vittima era l’anziana nonna, a cui il nipote somministrava un farmaco sedativo al solo scopo di sottrarle denaro, incurante del pericolo che le faceva correre.
Gli agenti della Volante arrestano un 21enne materano per coltivazione e spaccio di sostanza stupefacente. Nella camera da letto della sua abitazione è stata infatti trovata una serra dove il giovane coltivava piantine di marijuana.

Aprile – Operazione “Rabbit Hole”. L’attività del Commissariato di P.S. di Pisticci, a cui hanno collaborato anche la Squadra Mobile di Matera e il Commissariato di P.S. di Scanzano Jonico, porta all’arresto di quattro persone, di cui due ai domiciliari, in esecuzione di un’ordinanza cautelare disposta dal Gip del Tribunale di Matera.
Dal giro di spaccio accertato nell’area di Policoro e di Pisticci, il traffico presunto solo di eroina messo in piedi dagli arrestati si aggirava intorno al mezzo chilo al mese. Per sottrarsi ai controlli, i corrieri occultavano lo stupefacente nello stomaco.

Maggio – Al termine di una rapida indagine, due giovani del luogo vengono arrestati dagli agenti del Commissariato di P.S. di Scanzano Jonico per il reato di incendio doloso. Ad andare a fuoco era stata l’autovettura di un assessore comunale rieletto di recente e ciò aveva destato non poco allarme.
La squadra di p.g. della Polizia Stradale del Capoluogo lucano scopre l’esistenza di un’organizzazione che “facilitava” il conseguimento della patente di guida. Persone ben preparate venivano reclutate per sostituirsi dietro pagamento al vero candidato durante gli esami di teoria.

Giugno – un giovane spacciatore viene arrestato a Policoro da personale del Commissariato di P.S. di Scanzano Jonico. Il giovane è stato sorpreso nell’abitazione di Alvarez Giuseppe, al momento sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, dove si era recato per cedergli una dose di cocaina. La vendita dello stupefacente era stata concordata su Facebook. Per Alvarez il giudice dispone il passaggio dagli arresti domiciliari al carcere.

Settembre – Lo stabilimento balneare “Lo Squalo Beach” in località Lido Torre di Scanzano Jonico viene sottoposto a sequestro dal personale della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Scanzano su disposizione della Procura antimafia distrettuale di Lecce. La struttura aziendale, sebbene intestata ad altri, era di fatto gestita dai fratelli Francesco, Giuseppe e Andrea Scarci, tratti in arresto a Taranto per estorsione, traffico di droga e altri reati.

Novembre – Arrestato a Bernalda dagli agenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni un uomo di 72 anni per detenzione e cessione di materiale pedopornografico per mezzo di Internet. Al termine della perquisizione sono stati sequestrati 4 hard disk e 174 tra cd e dvd. Molte le immagini in essi contenute che mostrano atti sessualmente espliciti con minori, anche in tenera età.
Due giovani di Policoro sono stati arrestati per estorsione, furto e ricettazione. Costringevano un ragazzino a commettere piccoli furti in casa propria usando minacce e violenza. I due si facevano consegnare oggetti in oro che portavano da esercizi di “compro oro” del luogo per cambiarli con denaro contante.

Dicembre – Operazione antidroga della Polfer di Metaponto. Sequestrati 12 grammi di eroina trovati nella cioccolata spalmabile prodotta da un noto marchio nazionale, che un giovane, perciò arrestato, trasportava dentro un borsone sul treno diretto a Catanzaro.

Nell’ambito del contrasto al fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, questo Ufficio nel corso dell’anno in argomento ha proceduto al sequestro di:
– kg. 10,150 di hashish
– gr.   39,3 di eroina
– gr. 320​di cocaina
– gr. 109​di marijuana
– n.46 pasticche di suboxone.
Per reati di droga sono state tratte in arresto n.28 persone e deferite in stato di libertà n.18 persone. Inoltre, sono state segnalate alla locale Prefettura ai sensi dell’art. 75 del DPR n.309/90 n.34 persone.


Complessivamente sono state arrestate nel corso dell’anno dalla Polizia di Stato nella provincia di Matera 94 persone mentre 406 sono state denunciate a piede libero.

Dati della polizia di prevenzione del 2011 in dettaglio:
– Persone sottoposte ad avvisi orali​n.70​
– Persone sottoposte a rimpatri con F.V.O.​n.11​
– Proposte di sorveglianza speciale di P.S.:​n.  5
– Ammonimenti ai sensi dell’art.8 della legge n.38/09 (antistalking): n.10.

Notevole è stato l’impegno profuso dalla Questura sotto il profilo della tutela dell’ordine pubblico durante l’intero anno per assicurare il pacifico e sereno svolgimento delle numerose manifestazioni di ogni genere (sportive, religiose, politiche, sociali, di spettacolo, etc.) che ha visto la collaborazione fattiva dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei locali corpi di Polizia Municipale, del Corpo Forestale dello Stato, della Polizia Provinciale e della stessa Polizia Penitenziaria. I servizi sono stati assicurati inoltre in occasione della campagna elettorale connessa alle consultazioni per l’elezione nel mese di marzo dei sindaci e delle giunte comunali del capoluogo e di alcuni comuni della provincia, che ha visto la presenza di esponenti politici locali, regionali e nazionali.
Complessivamente sono stati svolti n. 2.250 servizi di ordine pubblico e servizi di vigilanza. Nel corso dell’anno sono stati inoltre disposti n.170 servizi straordinari di controllo del territorio con l’impiego di tutte le ripartizioni della Questura e di personale del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato “Basilicata” di Potenza, “Bari” e “Lecce”.

Notevole è stato l’impegno profuso nei servizi di ordine e sicurezza pubblica anche per il permanere dello stato di difficoltà generale dell’apparato produttivo di tutti i settori e della conseguente crisi occupazionale. Le maestranze in agitazione in diverse occasioni hanno inscenato manifestazioni di protesta, determinando momenti di delicata gestione sotto il profilo dell’ordine pubblico. Tali circostanze hanno visto il personale della Digos pronto a svolgere un ruolo di mediazione con le rappresentanze sindacali e con gli stessi lavoratori onde evitare che l’inasprirsi dei conflitti degenerasse in atti violenti. A ciò si aggiunge l’impegno profuso per consentire lo svolgimento senza incidenti delle manifestazioni di protesta dei cittadini di Pisticci, Bernalda ed altri centri limitrofi contro la chiusura dell’ospedale di Tinchi (frazione di Pisticci) prevista dal Piano Sanitario Regionale. Altre manifestazioni di protesta si sono registrate da parte di studenti e genitori a seguito dell’approvazione del Piano di Ridimensionamento scolastico da parte della Giunta Regionale. Di particolare rilievo è stato l’impegno di mediazione della Digos con il comitato di cittadini e di associazioni di categoria danneggiati dall’alluvione che ha interessato la fascia Jonica Metapontina a seguito delle violenti piogge del 1° marzo 2011, per evitare che si creassero consistenti disagi alla collettività. Il comitato, con numerose assemblee e manifestazioni, ha rivendicato al Governo Nazionale l’erogazione di contributi economici e la realizzazione di opere per la messa in sicurezza del territorio.
Nell’ottica della nuova disciplina delle manifestazioni sportive sono stati stretti rapporti con i gruppi di tifosi organizzati e seguiti gli incontri, sia in casa che in trasferta, della locale squadra di calcio che milita nel campionato nazionale dilettanti Lega Pro 2^ divisione. In tale contesto sono stati complessivamente emessi n.13 provvedimenti di DASPO a carico di altrettanti calciatori e tifosi resisi responsabili di atti violanza nel corso delle partite di calcio disputatesi.
La Digos ha svolto altresì servizi straordinari antiterrorismo con controlli nei confronti di diversi locali pubblici o centri di aggregazione. Nell’anno 2011, nell’ambito dell’attività di polizia giudiziaria svolta dalla Digos, sono state deferite all’A.G. n.10 persone responsabili di reati di vario genere.

Per quanto concerne l’attività della Polizia Amministrativa, questi i dati riepilogativi annuali:
– controlli amministrativi (su agenzie di affari, esercizi pubblici, attività commerciali, circoli ricreativi, guide turistiche abusive, etc.) n. 121​
– sanzioni amministrative elevate n. 35
– denunciate n. 2 persone all’A.G.

Ufficio Immigrazione:
– permessi di soggiorno rilasciati/rinnovati​n.  1.906​
– richiedenti asilo politico​n.       72​
– stranieri espulsi​n.       32​

Ufficio Passaporti:
– passaporti rilasciati/rinnovati​n. 1.965
– lasciapassare​n.   585​

Ufficio Armi
– porto di fucile rilasciati/rinnovati​n.    609
– dinieghi e revoche licenze porti di fucile​n.      20.​

Intenso è stato anche il lavoro svolto dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico, sorto nel luglio 2000 con l’obiettivo di stabilire un rapporto diretto tra la Polizia di Stato e l’utenza e di consentire al pubblico di esercitare con chiarezza i propri diritti.

Sono proseguiti gli sforzi da parte della Polizia di Stato per rendere sempre più concreto il concetto di “Polizia di Prossimità” con una serie di iniziative, attentamente studiate, per recepire le istanze di sicurezza dei cittadini e promuovere uno spirito di costruttiva collaborazione. Tra le iniziative che hanno visto coinvolta durante l’anno la Questura di Matera si ricordano:

Gennaio/Maggio 2011 – Continuano gli incontri con le scuole di Matera e provincia dedicati all’educazione alla legalità ed alla sicurezza stradale nell’ambito di diverse iniziative. Gli incontri sono tenuti a cura del personale dell’Ufficio Minori della Questura e della Polizia Stradale allo scopo di spiegare agli studenti di ogni fascia di età l’importanza del rispetto delle regole, sulla strada come negli altri ambiti della vita sociale.
Solo dall’inizio del 2011 sono stati circa 7.500 gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado presenti in questa provincia incontrati dalla Polizia di Stato.

Maggio​Vademecum “c’è più sicurezza insieme”, realizzato con il finanziamento dall’Amministrazione Provinciale, è un opuscolo contenente consigli per la sicurezza rivolto in particolare a quelle categorie di persone, come gli anziani, più vulnerabili alle aggressioni della criminalità comune.

Agosto​Oltre ad intensificare i servizi di controllo del territorio sulle principali arterie stradali della provincia, per agevolare e rendere sicuro il viaggio dei numerosi stranieri che visitano in automobile il nostro Paese è distribuito dall’U.R.P. della Questura un opuscolo in sette differenti lingue. L’opuscolo è aggiornato alle ultime norme sulla circolazione stradale vigenti in Italia ed è stato realizzato dalla Polizia di Stato nell’ambito della campagna “Sulla Buona Strada”.

Ottobre/​Gli adolescenti e l’uso consapevole di Internet. Iniziativa  della
Dicembre Polizia Postale e delle Comunicazioni, i cui esperti hanno tenuto incontri con i ragazzi di diverse scuole per spiegare loro le insidie che possono nascondersi nella navigazione su Internet ed altri reati informatici.

Novembre​Domenica Questura Aperta. Domenica 13 novembre – si replica l’iniziativa, che ha avuto tanto successo soprattutto tra gli stranieri presenti sul territorio, che prevede l’apertura al pubblico di Domenica di alcuni uffici amministrativi della Questura. Oltre all’Ufficio Immigrazione, resta aperto anche l’Ufficio Passaporti. In questo modo si vuole venire incontro a coloro che per motivi di lavoro o altro hanno difficoltà a recarsi agli uffici pubblici nei giorni feriali.


Dicembre​Campagna contro i botti illegali. Puntuale l’appuntamento prima delle feste natalizie degli artificieri della Polizia di Stato con i bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado sulla pericolosità e sulle cautele che bisogna adottare nell’impiego dei fuochi d’artificio. Gli alunni hanno imparato come si riconoscono i “botti” autorizzati dalla legge e perché vanno trattati sempre e comunque con la massima precauzione e cura. Al termine degli incontri sono state effettuate alcune dimostrazioni sulle tecniche di innesco in condizioni di sicurezza dei fuochi pirici autorizzati.

Commenti

Questo articolo è stato letto 786volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto