Matera: Conclusa domenica la festa della Madonna della Bruna

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Un anno di intenso lavoro, di concertazione per il tema da trattare, di lavoro manuale per realizzare un vero e proprio capolavoro artistico che non ha eguali; solo una manciata di minuti per vederlo distruggere completamente, con uno sguardo rivolto ai brandelli che restano a terra, ed alla prossima edizione che, come dice un antico detto, sarà “migliore nell’anno che verrà”. 
E’ il Carro trionfale della festa dei materani, che ogni anno, il 2 luglio onorano la loro santa patrona, Maria Santissima della Bruna; lungo 13 metri e alto quasi 7, il carro trionfale porta in processione, trainato da 8 muli, la statua della Madonna della Bruna per le strade di Matera prima di essere assaltato e distrutto dalla folla. Il tutto, nello scenario magico dei rioni dei Sassi, patrimonio riconosciuto dall’Unesco. 
Si chiude anche l’edizione 2011 della festa più amata dai materani, che vede la partecipazione di cittadini, devoti, curiosi e studiosi di una delle feste più conosciute d’Italia, dove il sacro e il profano si alternano in un gioco di rituali che va avanti da secoli.
Guai a cambiare una virgola della tradizione, compresi i giri intorno alla cattedrale, di solito tre ma quest’anno diventati quattro, e l’assalto al carro trionfale, il momento più ambito e più temuto, che ha visto, anche quest’anno un dispiegamento non indifferente delle forze dell’ordine, oltre 450 militari tra polizia, carabinieri, vigili del fuoco. 
Regola fondamentale, assalire il carro per portar via un brandello dello stesso, perché la tradizione vuole che ad essere garantito sia un anno di prosperità.
E l’edizione 2011, può certamente dirsi all’insegna dell’ecologia, grazie ai 41  quintali di carta e cartone raccolti dagli stessi materani nelle scorse settimane durante la campagna straordinaria ‘Carta oggi, carro domani’. 
Finita la festa, con i tradizionali fuochi pirotecnici sulla Murgia, che hanno regalato suggestione e commozione tra i materani, si pensa alla nuova edizione, al nuovo tema da trattare, al nuovo carro da costruire, al nuovo assalto da effettuare, ad un nuovo anno prospero da augurare.
Commenti

Questo articolo è stato letto 347volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto