Manifestazioni per ricordare l’alluvione del 1 marzo

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Ad un anno esatto dalle piogge torrenziali che investirono il territorio del Metapontino, e non solo, causando alluvioni e straripamenti di fiumi e torrenti, sono tante ancora le preoccupazioni che avvolgono i cittadini, gli agricoltori e le associazioni di categoria, che si intterrogano su quanto sia stato fatto e quanto ancora ic sia da fare per evitare nuove esondazioni.
Certamente gli avvenimenti degli ultimi giorni, non rendono gli animi tranquilli e per questo la Coldiretti di Basilicata unitamente ai propri dirigenti ha inteso organizzare un sit in il giorno 1 marzo presso l’area delle Tavole Palatine e presso una delle aziende zootecniche maggiormente danneggiate di quel territorio, l’azienda agricola dei fratelli Esposito. 
Un momento di grande solidarietà per coloro che hanno vissuto sulla propria pelle il significato dell’incuria e della mala gestione del territorio rurale, i dirigenti di Coldiretti congiuntamente alla locale Associazione Allevatori omaggeranno l’azienda agricola dei fratelli Esposito di un asinello, simbolo della rinascita, della tenacia e del presidio del territorio. 
 Venerdì 2 marzo alle 10.30 sarà la volta degli assessori regionali all’agricoltura, all’ambiente e alle infrastrutture che assieme al presidente Vito De Filippo saranno ospiti della giornata di studio “Il Ruolo dell’Impresa Agricola nella Gestione e Difesa del Territorio” presso l’hotel Palatinum di Metaponto con la relazione dell’avvocato Gianfranco Calabria sui temi della sussidiarietà e della multifunzionalità dell’impresa agricola. 
Diverse dunque le iniziative per ricordare la terribile esondazione che sconvolse il metapontino e ginosino ed anche il comitato in difesa delle terre joniche ha organizzato una manifestazione da tenersi a Potenza il primo marzo, a Taranto il 5 marzo e il 6 marzo. 
Gli alluvionati chiederanno alle istituzionidelle risposte reali ed in tempi brevissimi alle urgenze oramai acclarate sulla sicurezza del territorio e delle famiglie disastrate da quegli avvenimenti calamitosi.
Commenti

Questo articolo è stato letto 427volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto