Lontra trovata morta a Pisticci Scalo

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca


Triste ritrovamento a Pisticci Scalo. Alcuni ragazzi hanno rinvenuto un giovane esemplare di lontra morto, sul ciglio di un delle strade che costeggia il fiume Basento.
A causare il decesso, con molta probabilità, l’impatto con una autovettura.
La carcassa, recuperata da Antonio Colucci, responsabile dell’Oasi WWF di Policoro, è stata trasportata presso il Centro Recupero Animali Selvatici del comune jonico, dove sarà sottoposta ad un’accurata analisi per accertare le cause del decesso e per raccogliere tutti i dati biologici della lontra, esemplare di circa un anno d’età.
Solo quest’anno sono state ben quattro le lontre morte consegnate o recuperare dagli operatori del Cras dell’Oasi WWF di Policoro: si tratta senza dubbio di una vera emergenza che mette a serio rischio la sopravvivenza di uno dei mammiferi italiani a più alto rischio di estinzione.
I fiumi della Basilicata, insieme a quelli campani, sono popolati dai maggiori nuclei di questo raro mammifero, la cui popolazione italiana è stimata in circa 220-260 individui.
Molto probabilmente l’aumento della mortalità di giovani esemplari lungo le strade è anche il segno dell’aumento numerico delle popolazioni di lontra, aumento che però può essere vanificato dalla crescente antropizzazione del nostro territorio e dalla frammentazione degli habitat.
Le strade in tal senso vengono a porsi come veri e propri ostacoli per gli spostamenti dei giovani esemplari che a causa della loro inesperienza vedono aumentare le possibilità di essere investiti.
Nell’opera di tutela di questo raro mammifero sicuramente prezioso è il contributo dell’Oasi Wwf di Policoro, che ha avviato una serie di progetti nazionali per tutelare la lontra, animale che ha scelto come habitat preferito il suggestivo paesaggio del bosco Pantano.
Commenti

Questo articolo è stato letto 384volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto