In Trisaia la ricerca per il recupero delle “terre rare”

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

EneaA latere dell’incontro “Nuove Norme UE sui Pagamenti alle Imprese”, organizzato lo scorso venerdì a Matera dall’Associazione Centro Culturale Mezzogiorno Europa, il Vice Presidente della Commissione Europea Antonio Tajani ha incontrato a Matera il Responsabile del C.R. ENEA Trisaia G. Spagna ed il Responsabile dell’Unità Tecnica Tecnologie Trisaia G, Braccio.

 

I Dirigenti Enea hanno illustrato al Presidente Tajani  le attività e  le potenzialità del Centro di Ricerche Enea della Trisaia. In particolare, le attività di ricerca  che si stanno effettuando e le tecnologie innovative adottate nei laboratori del C.R. ENEA Trisaia per il riciclo di “terre rare” contenute in rifiuti elettronici. Tematiche che rientrano negli interessi generali di una maggiore autonomia Europea sulle materie prime critiche e che sono fortemente sostenute dalla Commissione.

 

Il Presidente, da anni è il massimo riferimento politico Comunitario di questo settore, ha ritenuto le attività e le facility Trisaia assolutamente coerenti con le azioni e le linee di intervento emanate  nel settore  strategico dei “Critical Raw Materials”, in ambito dell’UE. Ha inoltre sottolineato il ruolo di protagonista tecnico scientifico rivestito dall’ENEA sul tavolo decisionale strategico della European Innovation Partnership nella quale assume la funzione di riferimento scientifico nazionale.

 

Infine, il Presidente Tajani ha dichiarato di voler visitare il Centro ENEA della TRISAIA e conoscere più in dettaglio le attività di ricerca e le tecnologie adottate con particolare riferimento all’impianto sperimentale delle “Terre Rare”, ritenuto tra le facilities da valorizzare in ambito europeo.

 

 

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 667volte!

Tags: , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto