Il montalbanese Giuseppe Ranoia sul palco del San Carlo di Napoli

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

C’è un pezzo di Basilicata nella messa in scena del Requiem in memoria di Pier Paolo Pasolini, l’opera del maestro Roberto De Simone in programma al teatro San Carlo di Napoli sabato e domenica prossimi.
Nel gruppo vocale, diretto dal maestro Jonathan Webb, c’è anche Giuseppe Ranoia, l’artista montalbanese sempre più apprezzato nel panorama culturale lucano e nazionale.
Non è la prima volta che Ranoia collabora con il maestro De Simone: nel 2008 ha lavorato nello spettacolo “Là ci daremo la mano”, che ha ricevuto il premio Eti “Gli Olimpici del Teatro”, come “migliore spettacolo musicale”.
Adesso è la volta del ricordo di Pasolini, una composizione innovativa, intensa, capace di coniugare vari generi e di dare una nuova anima alla vita e alle opere di Pasolini.
De Simone – ha spiegato Ranoia – vuole squarciare il tempo che conduce alla morte dello scrittore, creando così un metatempo che sospende ogni cosa e rappresenta la vera anima di Pasolini”.
La rappresentazione sarà una commistione di generi: ad esibirsi ci saranno, tra gli altri, James Senese e la sua band, la celebre attrice Maddalena Crippa e Giovanni Mauriello, della Nuova Compagnia di Canto Popolare.
Non è la prima volta che il Requiem in memoria di Pier Paolo Pasolini va in scena ma, poiché il suo autore è ancora in vita, sono state apportate diverse modifiche, con tante novità per il pubblico del San Carlo.
Salirò sul palco del teatro napoletano, un vero e proprio santuario della musica classica – ha aggiunto Ranoia – Purtroppo bisogna constatare che non ci sono molti spazi adeguati nella nostra regione per poter condividere l’opera teatrale e questo è un peccato sia per i tanti artisti lucani che per il nostro pubblico.
Per noi questi eventi sono occasioni importanti, perchè possiamo portare la nostra esperienza sul territorio, cercando così di offrire un prodotto che sia sempre di qualità, pronto ad arricchire la Basilicata e il suo pubblico”.
Commenti

Questo articolo è stato letto 312volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto