Il Comitato Terre Joniche pronto a scendere nuovamente in piazza

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

E’ stata annunciata la manifestazione di protesta indetta dal Comitato Terre Joniche per protestare contro la scarsa attenzione del governo sulla situazione dei cittadini e delle imprese, lucani e pugliesi, danneggiati dalle alluvioni dei mesi scorsi. 
La manifestazione si terrà a partire dal 5 agosto, con concentramento ore 10 alle Tavole Palatine, e si concluderà solo con l’emanazione dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi dovuta dopo la dichiarazione di stato d’emergenza. 
“Più di uno dei sindaci intervenuti nell’incontro di qualche giorno fa a Serramarina di Metaponto – si legge in una nota del Comitato – aveva indicato il modello della mobilitazione di Scanzano contro le scorie. 
Quella dei prossimi giorni guarda alla prova di unità, di determinazione e di partecipazione messa in campo allora e, se non nei numeri, nello spirito e negli obiettivi vi si richiama. 
Unità fra i cittadini e le istituzioni, le forze sociali e sindacali, quelle politiche ed istituzionali. 
E’ in gioco la dignità di tutto il territorio tarantino e materano, dei suoi cittadini e delle istituzioni che lo rappresentano”.

Gianni Fabbris, a nome del Comitato, ha scritto al Presidente della Commissione Agricoltura del Senato, Scarpa Bonazza Buora, che terrà un’audizione nel pomeriggio sulla vicenda, perché giri al Governo ed ai colleghi parlamentari tutti il messaggio: “fate presto, intervenite anche con una misura in deroga se necessario ma intervenite per garantire che si avvi il percorso di risposte ai cittadini ed al territorio. 
Fatelo prima di andare in vacanza, noi non andiamo in vacanza ed il nostro agosto lo passeremo nelle strade perché non abbiamo alternative”.

Dal pomeriggio di martedì inoltre sarà possibile vedere nel sito www.terrejoniche.net le adesioni alla manifestazione.
Commenti

Questo articolo è stato letto 290volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto