Consorzio: richiesto tavolo tecnico

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

 
Sempre più grave la situazione debitoria al Consorzio di bonifica di Bradano e Metaponto, tanto che dall’inizio della settimana, gli uffici di Matera e Policoro stanno subendo il taglio della corrente elettrica.
A renderlo noto, in un comunicato stampa, la segreteria aziendale della Fai Cisl in seno al Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto, che sottolinea come la situazione debitoria in cui versa l’ente va aggravandosi giorno dopo giorno.

Il conflitto di interessi in senso al Consorzio – spiegano i sindacalisti – si ripercuote sulla gestione dell’ente e sul funzionamento delle sue strutture.
Nel frattempo, a causa di circa 4 milioni di euro di debiti con l’Enel, perdura da mesi il black-out imposto alla sede centrale di Matera e, da qualche giorno, al centro operativo di Policoro, con conseguenze facilmente immaginabili in termini di disservizi per l’intero comprensorio.
La debitoria complessiva ammonta a circa 15 milioni di euro, la struttura dell’Ente risulta dimezzata da pensionamenti che hanno decapitato la dirigenza e decimato il personale.
Nonostante gli sforzi del personale – conclude la Fai Cisl – i servizi, in tale situazione, non corrispondono alle aspettative dell’utenza ed i dipendenti continuano a vivere una situazione di drammatica incertezza”.

Per affrontare tali problematiche la rappresentanza sindacale ha chiesto un incontro urgente alla Regione Basilicata.
Commenti

Questo articolo è stato letto 421volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto