Bonus Benzina: Opinioni diverse e discordanti del mondo politico

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Sono iniziate lunedì le procedure in tutti gli uffici postali della Basilicata, per la richiesta della carta bonus idrocarburi rivolta ai patentati e residenti lucani al 31 dicembre 2010. 
Richiesta che può essere effettuata fino al 10 settembre prossimo. 
Intanto ha certamente smosso le opinioni di tutti la notizia del bonus erogato attraverso una carta prepagata, dove dovrebbero essere caricati, per l’anno in corso, circa novanta euro da utilizzare per acquistare carburante.
Sono diverse le reazioni del mondo politico a questa concessione. 
Per il capogruppo del Pdl in Regione Basilicata, Nicola Pagliuca, il “bonus benzina rappresenta gli sforzi messi in campo dalla classe dirigente del Pdl che, attraverso il sottosegretario alla Pubblica Istruzione, Guido Viceconte, e i parlamentari Cosimo Latronico e Vincenzo Taddei, hanno portato alla realizzazione di questo importante risultato per la Basilicata”.
 “Un risultato voluto e ottenuto – secondo Pagliuca – quello dell’incremento dal 7 al 10 per cento delle royalties che le società petrolifere pagano allo Stato in cambio della concessione per estrarre il greggio e che, versano su un fondo dedicato allo sconto benzina”.


Di tutt’altro avviso invece il Pd lucano che trova davvero eccessiva l’euforia che il capogruppo del Pdl manifesta per l’immissione della cosiddetta ‘carta idrocarburi’ di cui sono chiamati a ‘godere’, si fa per dire, i patentati residenti nella regione. Secondo il capogruppo del Pd in consiglio regionale, Vincenzo Viti, “appare sorprendente che un’operazione sostanzialmente modesta, venga assunta non solo a testimonianza dell’operosità della classe dirigente del centrodestra, ma addirittura a riprova del fatto che il petrolio è una risorsa che appartiene ai lucani”. “Pagliuca sa bene – continua Viti – di come stia procedendo con fatica, la negoziazione delle risorse che sono oggetto del cosiddetto Memorandum.
E conosce bene il profilo costruttivo che, nell’interesse della comunità regionale, il presidente De Filippo ha assunto pur in un quadro nel quale sono evidenti inadempienze e insufficienze del Governo nazionale. 
Per queste ragioni – afferma Viti – consiglio ai colleghi del Pdl una più vigilata modestia nella celebrazione di eventi che risultano del tutto simbolici e a profondere un impegno più assiduo e determinante nella definizione delle risorse che la Regione rivendica come base per chiudere la trattativa sulle estrazioni petrolifere con lo Stato e con le compagnie.”
Un bonus che sicuramente farà ancora discutere non avendo certamente accontentato una gran parte della popolazione.
Commenti

Questo articolo è stato letto 472volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto